Sei in: home > zen e dintorni > approfondimenti

Haiku e altro.
Bibliografia italiana cronologica sulla poesia giapponese.
A cura di Paolo Pagli
Firenze 2015



Indice

Introduzione. Fonti
Traduzioni di testi
Testi in volumi e riviste
Diari (Nikki) e testi in prosa con poesie
Poesia e musica
Storie e antologie della letteratura giapponese
Riviste
Contributi critici
    I. Sulla poesia giapponese con particolare riguardo allo Haiku
   II. Sulla presenza e diffusione dello Haiku in Italia
Echi
Indice dei nomi
   Autori giapponesi
   Traduttori, curatori, critici

Introduzione. Fonti

Non esiste fino ad ora (2012) una bibliografia sulle traduzioni italiane di testi poetici giapponesi. Il saggio presente vuole rappresentare un primo tentativo, comprensivo anche dei contributi storici e critici. Ci sono certamente omissioni, che il saggio stesso renderà, spero, più facilmente individuabili, in modo da poter pervenire in seguito ad una ragionevole completezza.
La stesura, fatta da persona che non appartiene né al mondo degli orientalisti, né a quello degli studiosi di poesia, non ha scopi scientifici, ma diremmo ‘sociologici’: vorrebbe consentire di valutare la misura e la diffusione dell’interesse per la poesia del Giappone nella nostra cultura. In questa ottica ho cercato di registrare non solo i contributi (testi tradotti o saggi) di buon livello, ma anche quelli più divulgativi e ‘di consumo’.
Emergono comunque due considerazioni.
Intanto la relativa ‘rarità’, in Italia, dell’interesse per la poesia orientale, a livello sia di studiosi sia di lettori, con il risultato che il numero di traduzioni e di saggi è molto limitato rispetto a quanto accade, ad esempio, nel mondo francese, tedesco o anglosassone. Poche inoltre fino a tempi recenti, nonostante un felice inizio, le collaborazioni di italiani con letterati o studiosi giapponesi, ad esempio per le traduzioni.
Uno dei risultati paradossali (e malinconici), per citare un esempio che non riguarda direttamente la poesia, è il fatto che il massimo capolavoro della letteratura del Giappone, il ‘romanzo’ Genji Monogatari, solo da quest’anno è diponibile in una traduzione diretta dal giapponese! 1
Inoltre sembra che gli orientalisti e i letterati o i poeti italiani, non abbiano quasi rapporti tra di loro. Gli studi critici compaiono solo sulle riviste specialistiche per il mondo orientale, e l’interesse dei letterati emerge unicamente in connessione ai rari riflessi del Giappone su autori italiani o comunque occidentali (D’Annunzio, Ungaretti, Pound). I (pochi) filologi orientali d’altronde si limitano a fare soltanto della (doverosa) filologia: così una recente versione di Bashō, certamente ineccepibile, si può supporre, dal punto di vista ‘tecnico’, è poeticamente molto meno felice, nei testi in comune, della storica antologia di un quasi-autodidatta (riguardo al giapponese) pubblicata nel 1944.
Per la compilazione sono stati naturalmente preziosi i contributi bibliografici generali sulla letteratura del Giappone elencati nel seguito, in particolare quelli più recenti. Si noterà che sono solo di orientalisti.
Oltre a questo materiale sono stati utili per le monografie i cataloghi per soggetto delle Biblioteche Nazionali, in particolare quelle di Firenze e Roma, nonché la bibliografia periodica dei libri italiani in commercio e, in misura minore, alcuni siti della Rete (da ricordare, per lo spoglio delle riviste, quello dell’Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi (AISTUGIA)).

* * *

Le prime rassegne bibliografiche italiane sul tema non sono specifiche per il Giappone ma riguardano tutto il mondo orientale:

F. PREDARI, Origine e Progresso dello studio delle lingue orientali in Italia,
Tipografia Lampato, Milano, 1842.

A. DE GUBERNATIS, Materiaux pour servir à l’histoire des études orientales en Italie,
Ernest Leroux, Paris - Loescher, Florence-Rome-Turin, 1876.

Giovanni VACCA, Gli studi orientali in Italia durante il cinquantenario 1861-1911, in Gli studi orientali in Italia negli ultimi cinquant’anni,
Rivista degli studi orientali, 5 (1913), fasc. 2, pp. 275-319. Casa Editrice Italiana, Roma, 1915.

Giuseppe GABRIELI, Bibliografia degli studi orientalistici in Italia dal 1912 al 1934,
Agenzia Generale Italiana del Libro, Roma, 1935.

Giovanni VACCA, Il contributo italiano agli studi nel campo delle lingue e letterature dell’Estremo Oriente negli ultimi cento anni, in Un secolo di progresso italiano: 1839-1939,
Società Italiana per il progresso delle Scienze, Vol. VI, Roma, 1939, pp. 173-187.

AA. VV., Bibliografia del Ventennio: Letterature straniere,
Istituto Nazionale per le Relazioni Culturali con l’Estero, Roma, 1941.

Luciano PETECH, Oriental Studies in Italy During the Last Ten Years,
East and West, I (1950), n. 1, pp. 3-8.

COMMISSIONE ITALIANA PER L’UNESCO, Contributo Italiano alla Conoscenza dell’Oriente – Repertorio bibliografico dal 1935 al 1958,
Le Monnier, Firenze, 1962.
Le pp. 255-266 sono dedicate al Giappone. Recensione di Adolfo Tamburello in Il Giappone, II (1962), p. 46.

COMMISSIONE ITALIANA PER L’UNESCO, L’Oriente– Un’introduzione al mondo orientale, a cura di F. Melzi d’Eril, A. Gallia.
Le Monnier, Firenze, 1966.

Susanna ROSI, Gli studi di orientalistica a Firenze nella seconda metà dell’800, in La conoscenza dell’Asia e dell’Africa in Italia nei secoli XVIII e XIX,
Istituto Universitario Orientale, Napoli, 1984, vol. 1, pt. 1, pp. 103-120.

Laura AMOROSO, I periodici italiani sugli studi estremo-orientali,
Orientalia Parthenopea, II (2005), pp. 62-87.

Più utili le bibliografie specifiche rivolte al Giappone:

Marcello MUCCIOLI, Japanese Studies in Italy, East and West, II (1951), n. 1, pp. 9-12.

Rosaria BEVIGLIA, La letteratura giapponese in Italia, Parte I: 1871-1950,
Il Giappone, VI (1966), pp. 7-26.

Rosaria BEVIGLIA, La letteratura giapponese in Italia, Parte II: 1950-1967,
Il Giappone, VII (1967), pp. 149-161.

Teresa CIAPPARONI LA ROCCA (a cura di), Cipangu Monogatari: il Giappone raccontato dai libri, Catalogo della mostra omonima. Roma, Museo Nazionale d’Arte Orientale 7 dicembre 1995-25 febbraio 1996.
Aistugia (Tipografia artistica Nardini), 1996, pp. 209 e ill.
II Parte: Conoscere la letteratura del Giappone. In particolare: Ikuko Sagiyama, Introduzione alla letteratura giapponese; Ciapparoni La Rocca, Le traduzioni, pp. 137-175: in ordine alfabetico di autore ‘l’insieme delle traduzioni di opere letterarie giapponesi realizzate in lingua italiana’. Fra queste testi di poesia (pp. 170-172).

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE VITTORIO EMANUELE II, Pagine dall’Oriente. Libri cinesi e giapponesi della Biblioteca Nazionale.
Biblioteca Nazionale Centrale, Roma, 13 marzo-30 aprile 1996.
Bardi, Roma, 1996
In particolare: Giuliana Zagra, Suggestioni dal Giappone nel panorama letterario italiano tra ‘800 e ‘900, pp. 75-96.

Teresa CIAPPARONI LA ROCCA; Japanese Studies in Italy: a Century of Literay Translations,
Rivista di Studi Orientali, 71 (1997), nn. 1-4, pp. 257-262.

Nicoletta SPADAVECCHIA, 1977-1997: vent’anni di Giappone,
Quaderni Asiatici, n. 42 (1997), luglio - settembre, pp. 6-10.

Roberta BOGLIONE, Il japonisme in Italia. 1860-1900 – Parte prima,
Il Giappone, XXXVIII (1998), pp. 85-114.

Roberta Boglione, Il japonisme in Italia. Parte seconda, 1900 –1930,
Il Giappone, XXXIX (1999), pp. 15-48.

Adriana BOSCARO, Narrativa giapponese. Cent’anni di traduzioni,
Libreria editrice Cafoscarina, Venezia, 2000, pp. 166.
Sezione 3. Qualche titolo di poesia, teatro, saggistica. La prima sottosezione: Poesia, pp. 77-79.

Mario SCALISE, Lo stato degli studi giapponesi in Italia,
Quaderni Asiatici, n. 51 (1999), ottobre-dicembre, pp. 109-117.

P. CORRADINI, Le conoscenze e gli studi giapponesi in Italia dal secondo Ottocento al primo Novecento, in Adolfo Tamburello (a cura di), Italia – Giappone 450 anni2,
Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente,Roma – Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, 2003, Vol. 2, Sezione 3, pp. 268-272.

Teresa CIAPPARONI LA ROCCA, Il Giappone nella cultura media italiana: il ruolo dell’editoria,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 3, pp. 282-289.

Adolfo TAMBURELLO, Repertori e strumenti bibliografici,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 10, pp. 888- 894.

AA. VV., I periodici italiani dedicati al Giappone. Presentazione e indici,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 11, pp. 895-905.

AA. VV., I contributi sul Giappone nei periodici orientalistici italiani,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 11, pp. 906-915.

(REDAZIONE), Saggi inerenti al Giappone in pubblicazioni dell’Istituto Orientale di Napoli,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 8, pp. 681.

AA. VV. Opere miscellanee dedicate al Giappone,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 11, pp. 916-923.

* * *, Il Giappone nei libri italiani,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 11, pp. 927-928.

* * *

Con una sola eccezione, non ho utilizzato o riportato bibliografie straniere. Alcune vengono pubblicate in Giappone con aggiornamenti sistematici, ma in generale segnalano cumulativamente le traduzioni e i contributi in tutte le lingue occidentali. Esse compaiono comunque nelle bibliografie specifiche precedenti.
L’eccezione è il volume che segue, indicativo, anche se in modo estremo, della limitata presenza dell’Italia nella materia. Dato che il presente saggio bibliografico è nato dall’interesse per gli haiku, il contributo è apparso ineludibile:

Gary L. BROWER, with the collaboration of David W. FOSTER, Haiku in Western Languages. An Annotated Bibliography. (With some reference to Senryu),
The Scarecrow Press, Metuchen, N. J., 1972, pp. xxx -133.

Dopo le pagine introduttive (v-xxx), il testo è diviso sei parti, rispettivamente:

  • English Language References (pp. 1-71);

  • Spanish Language References (pp. 74-98);

  • Portuguese Language References (pp. 100-104);

  • Italian Language References (pp. 106);

  • French Language References (108-113);

  • German Language References (pp. 116-122).

All’Italia quindi è dedicata una sola pagina. Il testo è il seguente:

1. Italian Interest in Haiku

Italian interest in haiku has been minimal. As far as I know there are no book-length works of haiku in the language. The few references available are mainly translations into Italian of Japanese works.
From 1920 to 1921, the University of Naples published a journal called Sakura, devoted to Japanese Studies. However, this periodical is very rare and does not even now exist in the University of Naples Library. If someday copies of the journal can be found, it may yield some rewarding material
There are four works in Italian dealing with Japanese poetry. Although I have been unable to consult them, there are presumably references to haiku. These books are:
T. Chiba and G. Prampolini, Antiche liriche giapponesi (Milan, R. Carabba, 1935); L. Magnino, Liriche giapponesi (Milan, 1943), and Cento poesie giapponesi (Rome 1956).

2. Articles on Senryu in Italian

Shimoi Harukichi. “Senryu, studi e traduzione.” Sakura, No. 1 (1920), 103-106. Unable to consult

3. Articles in Italian on Haiku in Western Languages

1) “Hai-kais germaniche.” La fiera letteraria, II (December 19, 1926), 7.
Italian text (see section entitled “Rivista della Rivista [sic] Straniere).”

Una recensione giustificatamente critica, da più punti di vista, al volume3, commenta:

Que dans la section italienne, les auteurs prétendent citer quatre livres et n’en produisent que trois, qu’ils avouent ne les avoir pas vus, est-ce digne de bibliographes? Et que dire d’une bibliographie qui ne soupçonne même pas que Giuseppe Ungaretti écrivit plus d’un haiku!4


1 Murasaki Shikibu, La storia di Genji, traduzione e cura di Maria Teresa Orsi, Einaudi, I Millenni, Torino , 2012. L’opera era comparsa nella stessa collana nel 1957: Storia di Genji il principe splendente, a cura di Adriana Motti “dall’edizione di Arthur Waley”. Per oltre mezzo secolo quindi è stata disponibile da noi solo in una versione (incompleta) di una traduzione inglese.

2 La monumentale opera in questione rappresenta una summa relativa alle storia, le vicende del rapporto Italia-Giappone, e alle conoscenze italiane della realtà giapponese in tutti i suoi aspetti. I numerosi contributi che riguardano la letteratura e la poesia saranno segnalati nel seguito nei luoghi opportuni, con la semplice indicazione “Italia-Giappone 450 anni”. Quelli bibliografici compaiono in questa sezione.

3 Etiemble, Sur une bibliographie du haiku dans les langues européennes, Comparative Literary Studies, XI (1974), n. 1, pp. 1-20, (p.8).

4 Questa informazione è a sua volta discutibile. Nella sezione Contributi critici sono segnalati due studi più precisi sul rapporto tra Ungaretti e la poesia giapponese.

Traduzioni di testi

* * *, Note di Samisen. Variazioni su motivi giapponesi,
traduzione e introduzione di Mario Chini.
Stamperia Metastasio, Assisi, 1904.
Il volume è così dedicato (alla Marchesa Emilia Antinori): “Io vi offro, Signora, cinquanta odicine a cui diedero l’intonazione altre cinquanta tanke giapponesi …”. (Ma vi compaiono anche haiku).
Dato il successo della raccolta ci furono due ristampe, quasi raddoppiate:

Tipografia Vecchioni, L'Aquila, 1907, 1909 .
Infine un’ulteriore edizione, anch’essa riproposta qualche anno dopo:
Carabba, Lanciano, 1915, pp. XXIX-191. Ristampa: 1919.
Recensioni:
Antonio Borgese, Anacreontiche giapponesi, Il Regno, 1 (1904), n. 26.

Haruchiki SHIMOI, Gherardo MARONE, Poesie giapponesi,
Riccardo Ricciardi Editore, Napoli, 1917, pp. 78.
[Tanka di Akiko YOSANO, Suikei MAETA, Tekkan YOSANO, Nobutsuna SASAKI, Jsamu YOSHII, già pubblicate da maggio al dicembre 1916 su La Diana (si veda più avanti: Riviste)]
Recensioni:
Lionello FIUMI, Poesie giapponesi di Scimoi e Marone, L’Ordine, Ancona, 22-7-1917;
Goffredo BELLONCI, Poeti giapponesi, Giornale d’Italia, 12 settembre 1917, p. 3;
Giuseppe Villaroel, Poesie giapponesi di Gherardo Marone, Giornale dell’Isola, Catania, 10-2-1918;
Giuseppe LIPPARINI, Poeti di estrema sinistra, Il Resto del Carlino, Bologna, 14-3-1918.
Giuseppe RAVEGNANI, Poeti giapponesi, Il Resto del Carlino, Bologna, 17-5-1921.

La recensione di Bellonci mise in dubbio le traduzioni, ipotizzando un falso. “Nella questione fu coinvolto addirittura Benedetto Croce, che in una lettera a Cecchi del 2 novembre 1919 scrisse: “Conosco Shimoi e conosco Marone che mette in italiano ciò che quel filosofo giapponese (professore nell’Istituto orientale di Napoli) traduce. Certo quelle poesie sono autentiche. Tempo fa, lo Shimoi me ne ha scritta una simile nell’albo della mia prima bambina” . E. Cecchi, La poesia di Giovanni Pascoli, con altri scritti pascoliani, Garzanti, Milano, 1968, p. 252.” In Lune di Giada. Poesie cinesi tradotte da Arturo Onofri, a cura di Carlo D’Alessio, Salerno Editrice, Roma, 1994, Introduzione, p. 21, nota 24.

Elpidio JENCO, La poesia di Akiko Yosano,
Edizioni delle ‘Crociere Barbare’, Napoli, 1917.

Akiko YOSANO, Onde del mare azzurro (Sei - Gai - Ha),
a cura di Harukici Shimoi e Elpidio Jenco,
Collana dei rami fioriti di ‘Sakurà’.
Napoli, 1920, pp. 60.

Bansui TSUCHII (RINKICHI), Su le orme dell’ippogrifo (Temba no Michi ni),
Traduzione dì H. Shimoi e E. Jenco, con unaprefazione di Harukichi Shimoi,
Collana dei rami fioriti di ‘Sakurà’.
Napoli, 1920, pp. 53
Passi di un poema in 23 canti, 2100 versi, per Gabriele d’Annunzio,Tokyo, 1920.

AA. VV., Canti giapponesi,
Traduzione di Bartolomeo Balbi,
L'Estremo Oriente, Venezia, 1921, pp. 48.
La raccolta comprende però anche testi di Fukuko,pseudonimo di
Attilia PRINA POZZI.

[FUJIWARA Teika], Cento poeti,Cento canti,(Hyakunin-Isshū)
Traduzione di Bartolomeo Balbi,
L'Estremo Oriente, Venezia, 1923, pp. 108.

* * *, Lirici giapponesi,
Scelti e tradotti da Harukici Scimoi [sic] e Gherardo Marone,
Carabba, Lanciano, 1927, pp. XIII, 108.
Nuova edizione di Poesia giapponese (1917). Compaiono in più testi di Yosciù MIZUNO, Kun-En KANEKO, Tōson SCIMAZAKI, Mizuho ŌTA.
Recensione: Luciano Anceschi, Lirici giapponesi (1930); ristampata in Luciano Anceschi, Autonomia non è indifferenza. Scritti dal 1929 al 1963, a cura di Luca Cesari, Raffaelli Editore, Rimini, 1997.

* * *, Canti popolari giapponesi,
Annuario del Regio Liceo Ginnasio G. Carducci, Viareggio, 1932.

Lionello FIUMI, Matsuo KUNI (a cura di), Poeti giapponesi d'oggi,
Carabba, Lanciano, 1935, pp. 130.
18 poeti, tutti viventi alla data di pubblicazione del volume, escluso Sciungetsu Ikuta, suicidatosi nel 1930: Rofu Miki; Saisei Muro; Sonosuke Sato; Konosuke Inatsu; Yaso Saigio; Daigaku Horiguci; Haruo Sato; Kihaci Ozaki; Sciungetsu Ikuta; Sogi Momota; Sumako Fucaso; Atsuo Oghi.

Leo MAGNINO (a cura di), Liriche giapponesi,
Versione, prefazione e note di Leo Magnino,
Stelle dell'Orsa.
Garzanti, Milano, 1943, pp. XXIX-151.

BASHŌ, Poesie,
traduzione e note di Giuseppe Rigacci,
Sansoni, Firenze, 1944, pp. 61.
Ristampa: Sansoni, Firenze, 1992, pp. 61.
Recensione: M. Carbonai, Il Ponte, n. 6, giugno 1949, pp. 770-773.

FUJIWARA Teika, La centuria poetica,
traduzione dal giapponese, introduzione e commento di Marcello Muccioli,
Sansoni, Firenze, 1950, pp. XXXIV, 83.

Franco B. MORETTI, Amore di Haïkaï: poesie giapponesi scelte e commentate da B. F. M.,
Strenna del Pesce d’oro 1952 (a cura di Giovanni Scheiwiller).
All’Insegna del Pesce d’Oro, Milano, 1952, 24 figg., pp. n.n. [40], con 13 ill.
“La strenna è composta di dodici componimenti poetici giapponesi che, l’uno all’altro richiamandosi, vorrebbero essere un accompagnamento augurale per i dodici mesi dell’anno secondo una certa quale affinità, sia pure recondita, fra mesi e stagioni.”
(Dall’Introduzione).
In realtà nel commento e in una nota finale sono citate altre composizioni: in totale 32. Le traduzioni sono tutte in tre versi, ma comprendono, oltre agli haiku, qualche tanka. L’ortografia dei termini e dei nomi giapponesi rivela una fonte francese.

Toshiro SHIBA, Giacomo Prampolini (a cura di), Antiche liriche giapponesi (90 liriche dal ‘Manyōshū’),
Serie ‘Oltremare’ n. 7.
All'Insegna del Pesce d'Oro, Milano, 1955, pp. 43. Ristampe: 1956, 1957, 1959, 1963?, La Sfinge, Roma, s. d., pp. 62, 1965, 1985.

Leo MAGNINO, Cento poesie giapponesi,
Traduzione dal giapponese con introduzione e note,
Carucci, Roma, 1956, pp. 80.
“[…] La traduzione, se messa a confronto con il testo originale, e, per quelle ‘classiche’ in particolare, con uno dei molti testi commentati oggi esistenti e senza i quali una soddisfacente traduzione è pressoché impossibile, appaiono spesso un po’ troppo libere, e, per molte di esse, si ha quasi l’impressione che il traduttore, più che dal testo giapponese, si sia lasciato trascinare dalla propria fantasia e dal proprio estro poetico. Comunque sia, è un volumetto le cui poche pagine possono sempre essere lette con vivo diletto.”
Il Giappone, 1 (1957), nn. 1-2, p. 50.

Giacomo PRAMPOLINI (a cura di), Haikai ko-Bushû (Piccola raccolta di haikai)
Inedito, senza data (anni '50?). Fotocopia di dattiloscritto, pp. 8 non numerate.

Akiko YOSANO, Tanka,
nella interpretazione di Elpidio Jenco,
Ceschina, Milano, 1957, pp. 111.

Junzaburo NISHIWAKI, Gennaio a Kyoto,
a cura di Mary de Rachewiltz.
All'insegna del Pesce d'Oro, Milano, 1959, pp. 28.
Ristampa: Libri Scheiwiller, Milano, 1990, pp. 53, ill.
Nella ristampa: testo inglese a fronte e illustrazioni.

AA.VV., Poesia d'amore giapponese, a cura di G. Inglese.
La Sfinge, Roma, 1961, pp. 60.
Ristampa: Nuova Editrice Spada, Roma, 1990.

Atsuko e Giuseppe RICCA SUGA, Canti di Geishe,
Nuova serie Oltremare n. 2.
All'Insegna del Pesce d'Oro, Milano, 1964, pp. 42.

Mario RICCÒ (a cura di), Questo mondo di rugiada. Poesie giapponesi,
C. E. M., Parma, 1967, pp. 158. Ristampa: EMI, Bologna, 1980.

Mario TETI (a cura di), Poesia classica giapponese,
Guanda, Parma, 1967, pp. 98.

W. DE LUJAN [pseudonimo di F. H. W. CASTELLAN OCD], Cento fiori di Yamato,
a cura di Adeodato Sicari, Romualdo Savasta,
Editoriale "Laguna", Venezia, 1968, pp. 105.
II Edizione ampliata, a cura di U. Guarascio e L. Santaniello,
Fasano, Cosenza, 1978, pp. 204, 10 c. di tavole.

Dacia MARAINI e Michiko NOJIRI, La protesta poetica del Giappone. Antologia di cent'anni di poesia giapponese,
Officina Edizioni, Roma, 1968, pp. 194.

Shimpei KUSANO, Rane e altre cose,
Versioni di Cyd Corman, Susumu Kemaike, M. Datini jr.,
Guanda, Parma, 1969, pp. 82.
Ristampa: Severgnini, Milano, 1985.

Junzaburo NISHIWAKI, Masuo IKEDA, Gennaio a Kioto,
con due acqueforti.
M' Arte Edizioni, Milano, 1972.

Mario CONTI (a cura di), Fiori di ciliegio. Antologia di poesie giapponesi-haikai tradotte in versi italiani,
Istituto Professionale Leonardo da Vinci, Firenze, 1975, pp. VII-XX, 96.
Ristampa: Il Candelaio Edizioni, Firenze, 1976, pp. 95.

Sandro DANIELI (a cura di), Haiku. Poesia breve,
Galeati, Imola, 1978, pp. 141.

* * *, Fiore della poesia orientale,
con tre acqueforti di Kengiro Atsuma, Hsiao Chin, Ho Kan,
Scheiwiller, Milano, 1978, pp. 122, in 4°.
Antologia di testi del vicino e dell’estremo Oriente, tratti dal catalogo della casa editrice, con tre acqueforti dello scultore giapponese e dei due pittori cinesi.

Lucien STRYCK (a cura di), Poesie Zen,
Newton Compton, Roma, 1983, pp. 123.
(Lucien Stryck, Takaschi Ikemoto, The Penguin book of Zen poetry, Allen Lane, London, 1977, 1981, traduzione di Adriana Zieffer Gallo).

Irene IAROCCI (a cura di), Cento Haiku,
Presentazione di Andrea Zanzotto,
Milano, Longanesi, 1982,
Ristampa: Parma, Guanda, 1987, pp. 188. Ulteriori ristampe.

* * *, Antologia della poesia giapponese classica. I. Il Manyōshū,
a cura di Ikuko Sagiyama,
(Traduzione parziale: 135 poesie di trentaquattro autori del Manyōshū).
Cooperativa Universitaria Editrice Napoletana, Napoli, 1984, pp. 276, 136.

Sono UCHIDA, La luna in Marocco,
1985.

Sono UCHIDA, Raccolta di Haiku,
s. l., 1987, pp. XI, 243.

Mario CONTI (a cura di), Lo zen e la rosa: nuova raccolta di poesia giapponese –haikai in versi italiani,
Istituto Professionale Leonardo da Vinci, Firenze, 1987, pp. 115.

Michiko NOJIRI e Carla VASIO (a cura di), Haiku. Poesie della tradizione classica giapponese,
Disegni di Franca Grilli,
Eidos, Mirano, 1988, pp. 28.

Sono UCHIDA, Haiku. Diario romano,
Poetidiana n. 12. Empirìa, Roma, 1988 (2° ediz. 1988), pp. 128.
Ristampa ampliata: Empirìa, Roma, 1992, ristampa ulteriore: 1993, pp. 95.

Teika FUJIWARA, Tanka – Antologia della poesia classica giapponese,
a cura di Nicoletta Spadavecchia e Michelangelo Coviello,
Corpo 10, Milano, 1990, pp. 120.

Yone NOGUCHI, Diecimila foglie vaganti nell'aria. Haiku giapponesi,
Lanfranchi, Milano, 1991, pp. 117,
(Japanese Hokkus, 1920, traduzione di Gabriella Rovagnati).

BASHŌ, Il romitaggio della dimora illusoria. Il sentiero dell'Oku,
a cura di Lydia Origlia,
Piccola Enciclopedia n. 84.
Studio Editoriale, Milano, 1992, pp. 93.

Irene IAROCCI (a cura di), L'eterno nel tempo. Antologia della poesia giapponese dalle origini al '900,
Guanda, Parma, 1993, pp. 269.

Daigū RYŌKAN, Poesie di Ryōkan, monaco dello Zen,
a cura di Luigi Soletta.
La Vita Felice, Milano, 1994.

* * *, Antologia di Haiku giapponese contemporaneo,
a cura di Kusama Tokihiko, Araki Tadao, Kuroda Momoko, Watanabe Masaru.
Traduzione dal giapponese di Irene Iarocci.
Museum of Haiku Literature.
Ambasciata del Giappone presso la Santa Sede, Roma, 1994, pp. 61.

Leonardo Vittorio ARENA (a cura di), Haiku,
Rizzoli, Milano 1995, pp. 110. Ristampa 2001.

Momoko KURODA, Un albero, un'erba. Cento haiku,
a cura di Tadao Araki e Michiko Nojiri,
versione poetica italiana di Carla Vasio.
Empirìa, Roma, 1995, pp. 89.

Yamaguchi SEISHI, 20 haiku per il nuovo anno,
a cura di De Maria Marchianò R.,
Bonanno, Acireale, 1995, pp. 16.

Mario RICCÒ, Paolo LAGAZZI (a cura di), Il muschio e la rugiada. Antologia di poesia giapponese,
Rizzoli, Milano, 1996, pp. 419.
Fratelli Fabbri, Milano, 1997. Varie ristampe.

* * *, Antologia della poesia giapponese contemporanea,
a cura di Paola D’Angelo,
L’Angolo Manzoni, Torino, 1996.

Haiku antichi e moderni,
Parte prima: a cura di Mario Scalise e Atsuko Mizuguchi Folchi Vici.
Parte seconda: a cura di Carla Vasio. Traduzione dal giapponese di Araki Tadao e Ettore Corò. Versione italiana di Carla Vasio.
Vallardi - Garzanti, Milano, 1996, pp. 270.

Kikuo TAKANO, L'anima dell'acqua,
a cura di Yasuko Matsumoto e Massimo Giannotta; con una nota dell'autore.
Empirìa, Roma, 1996, pp. 53.

Matsuo BASHŌ, Poesie. Haiku e scritti poetici,
a cura di Marimoto Mariko,
testo giapponese e trascrizione in caratteri latini a fronte.
Labirinti n. 14.
La Vita Felice, Milano, 1997, pp. 127.

AA.VV., Renku.Il castello a due porte:
Bashō, Kyorai, Bonchō, Sarumino. Renku antico,
Araki, Corò, Nojiri, Vasio, Stagioni romane. Renku moderno.
Empirìa, Roma, 1997, pp. 95.

Elena DAL PRA (a cura di), Haiku. Il fiore della poesia giapponese da Bashō all'Ottocento,
Oscar Classici,
Mondadori, Milano, 1998, pp. 270.

[Angelo BELLETTATO], Liriche giapponesi,
con 8 disegni di Teresa Palleschi,
Edizioni dei Dioscuri, Sora, 1998, pp. n.n. [16].
Accanto al frontespizio: Questo volumetto è stato stampato in occasione del Santo Battesimo di Giangiacomo Visca.
Edizione fuori commercio di 400 copie

SAIGYŌ, I canti dell'eremo,
a cura di Luigi Soletta,
testo giapponese in caratteri latini a fronte.
Labirinti n. 16.
La Vita Felice, Milano, 1998, pp. 159.

* * *, 106 Haiku,
traduzione di Elena Dal Pra
I Miti - Poesia n. 69.
Mondadori, Milano, 1999, pp. 120.

Kikuo TAKANO, Secchio senza fondo. (Poesie 1952 - 1998),
a cura di Paolo Lagazzi e Yasuko Matsumoko,
Percorsi della poesia n. 25,
Fondazione Piazzolla, Roma, 1999, pp. 223.

AA. VV., Se fossi il re di un’isola deserta. Haiku. Antologia di poeti giapponesi contemporanei,
a cura di Carla Vasio; traduzione e commento di Araki Tadao e Ettore Corò; versione letteraria di Carla Vasio.
Sassifraga n. 31.
Empirìa, Roma, 1999, pp. 151.

BASHŌ, Piccolo manoscritto nella bisaccia,
a cura di Lydia Origlia,
Piccola Enciclopedia n. 146,
Studio Editoriale, Milano, 2000, pp. 78.

AA. VV., Sei Budda di pietra,
Antologia di poesia giapponese contemporanea,
a cura di Yasuko Matsumoto e Massimo Giannotta. Scelta e introduzione di Fuminori Nakazawa. Testo giapponese a fronte.
Le felci di poesia n. 8.
Empirìa, Roma, 2000, pp. 147.

* * *, Kokin Waka shû,
Raccolta di poesie giapponesi antiche e moderne,
a cura di Ikuko Sagiyama. Testo giapponese a fronte.
Lapislazzuli.
Ariele, Milano, 2000, pp. 686.

Domenica REGAZZONI, Haiku,
a cura di Yagyu Fujio.
Testo giapponese, traduzione italiana e inglese; quadri dell'autrice come illustrazioni.
Viennepierre Edizioni, Milano, 2000, pp. n.n. [58].

Matsuo BASHŌ, Elogio della quiete,
a cura di Lydia Origlia,
Piccola Enciclopedia n. 159.
Studio Editoriale, Milano, 2001, pp. 88.

Matsuo BASHŌ, Elogio della quiete,
introduzione e nota biografica di Claudio Lamparelli,
Oscar Saggezze
Mondadori, Milano, 2000, pp. 79.
A parte l’Introduzione e la Nota biografica, il testo è quello del volume precedente a cura di Origlia.

ISSA, Haiku scelti,
a cura di Luigi Soletta. Testo giapponese in caratteri latini a fronte.
Labirinti n. 29.
La Vita Felice, Milano, 2001, pp. 127.

AA. VV., Il coro temporaneo,
a cura di Andrea Roas. Traduzione dio Andrea Roas e Taro Okamoto. Prefazione di Nanni Balestrini e Yoshimasu Gōzō. Nota del curatore.
Schichosha, Tokio, 2001, pp. 1-119, 153-1.
Antologia di 14 poeti italiani e 14 giapponesi, alternati, attivi a partire dagli anni Ottanta. Testo in italiano nella prima parte e in giapponese nella seconda.

[Angelo DE MARTIN, Anna Maria NESPOLO], Paesaggi asolani,
Disegni di A. De Martin talora con un haiku nella pagina a fronte. “Gli haiku sono di Bashō, Buson, Issa ed altri autori giapponesi. Due sono di Anna Maria Nespolo.”
S. l., s. d., (2003), pp. n. n. (224).

[KAMO NO CHŌMEI], Le poesie di Kamo no Chōmei,
a cura di Aldo Tollini.
Libreria Editrice Cafoscarina, Venezia, 2002, pp. 181.
Testo giapponese, traslitterazione, traduzione e commento

[Andrea MAURIZI], Il più antico testo poetico del Giappone: il KAIFŪSŌ (Raccolta in onore di antichi poeti),
Supplemento n. 2 alla Rivista di Studi Orientali, vol. LXXV (2001).
Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, Pisa-Roma, 2002, pp. 115.

Kikuo TAKANO, Nel cielo alto. Cicala,
Traduzione di Yasuko Matsumoto e Paolo Lagazzi,
Grafica di Jgor Ravel.
Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, 2003, pp. 4 n. n.

Kikuo TAKANO, Nel cielo alto. Poesie scelte,
a cura di Paolo Lagazzi e Yasuko Matsumoko,
Poesia del ‘900,
Mondatori, Milano, 2003, pp. 164.

BASHO, Poesie,
Versione di Atamaro Citomi e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo. [Illustrazioni di Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.]
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari), 2003, pp. 294.

ISSA, Poesie,
Versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari), 2003, pp. 294.

AA. VV., Aceri e amore. Cento poesie di cento poeti dell’antico Giappone,
a cura di Rosario Manisera,
La Compagnia della Stampa Massetti - Rodella Editori, Roccafranca, 2004, pp. 143.

BUSON, Poesie,
Versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo, illustrazioni di Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari), 2004, pp. 136.

Nakahara CHÛYA, Tachihara MICHIZŌ, Come vena d’acqua,
Sassifraga, n. 52.
A cura di Massimo Soumaré.
Trad. it di Sachiyo Kamada, Federico Madaro, Massimo Soumaré.
Empirìa, Roma, 2004, pp. 231.

RYŌKAN, Il cuore bambino. Poesie,
versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, s. l. (Acquaviva delle Fonti (Bari)), s. d. (2004?), pp. 100.

Masaoka SHIKI, Poesie,
Versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo, illustrazioni di Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari), 2004, pp. 114.

* * *, Bellezza [Ka cho fu getsu],
The Biken International, Tokio, 2004, pp. 365.
Poesia giapponese. Origini-1185.

BASHŌ, Amore e orzo. Poesie,
versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari)), 2005, pp. 257.

Yoshimasu GŌZŌ, The other voice. L’altra voce,
A cura di Marco Mazzi, prefazione di Jacopo Ricciardi.
Scheiwiller, Milano, 2005, pp. 198.

Kobayashi ISSA, Piccolo fiore: haiku per bambini,
trad. dal giapponese di David G. Lanoue; trad. dall'inglese e illustrazioni di Angelica Chiara Gallo.
Crocetti, Milano, 2005.
Sul colophon: Questo volume fuori commercio è stato stampato per la nascita di Beatrice Urbano nel marzo 2005 dall'officina d'arte grafica Lucini in Milano.

NISHIWAKI JUNZABURO, Favole moderne,
a cura di Ornella Civardi,
Associazione Culturale "In forma di parole", Anno Venticinquesimo. La Quarte Serie, n. 1, Bologna, 2005, pp. 364.

Yasuko MATSUMOTO, Massimo GIANNOTTA, Vertigine. Antologia di poesia giapponese contemporanea,
Empirìa, Roma, 2005, pp. 144.

RYŌKAN, L’eremo dal tetto di paglia. Poesie,
versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari)), 2005, pp. 88.

Irene STARACE (a cura di), Il grande libro degli Haiku,
Castelvecchi, Roma, 2005, pp. 1516.
Ristampa rilegata; 3° edizione 2007; 4 edizione 2010; riedizione Elliot, Roma, 2014.

Kikuo TAKANO, L’infiammata assenza,
a cura di Yasuko Matsumoko e Renato Minore,
Edizioni del Leone, Venezia, 2005, pp. 110.

* * *, Estate. Haiku,
versione di Kantaro Nishida e Giuseppe D’Ambrosio Angelillo.
Acquaviva, Acquaviva delle Fonti (Bari)), 2005, pp. 150.
Quelle chaleur! Haikus d’été.
Poèmes traduits du japonais par Cheng Wing fun et Hervé Collet,
Moundarren, Millemont, 1990, pp. 153.

Matsuo BASHO, L’angusto sentiero del Nord,
traduzione dal giapponese di Nicolas Bouvier,
traduzione italiana e note di Cesare Barioli.
In rete, nel sito web di Cascina Macondo (www.cascinamacondo.com), per gentile concessione di A.I.S.E. (Associazione Italiana Sport e Educazione), s. d. (2006?), pp. 33. [Si veda 2008]

FUJIWARA NO TEIKA, Il ponte sospeso dei sogni. 46 poesie dallo Shinkokinshū,
a cura di Pierantonio Zanotti.
Testo giapponese e trascrizione.
Edizioni Ariele, Milano, 2006, pp. 172.

[FUJIWARA no TEIKA], La concezione poetica di Fujiwara no Teika,
a cura di Aldo Tollini,
Libreria Editrice cafoscarina, Venezia, 2006, pp. 129.
[Le poesie di Fujiwara no Teika nelle raccolte ufficiali,
testo, traslitterazione, traduzione e note di Aldo Tollini, pp. 69-126]

TAMURA Satoko, Raggi di luna falciati,
Versione italiana a cura di Sagiyama Ikuko,
Rakusei Shoin, Kyoto-Shi, 2007, pp. 173.
Testo giapponese a fronte.

Paolo PAGLI, La rana di Bashō. Un haiku e cento anni di traduzioni italiane,
Edizioni ETS, Pisa, 2006, pp. 111.
Vedi approndimento.

* * *, Tsudoi. Salone di poesia giapponese 2007 a Firenze,
Biken International, Tokio, 2007, pp. 85.
Haiku: 11-38; tanka: 41-69; poesia: 71-81

BASHŌ, [Calendario 2008],
calligrafie di Norio Nagayama, supervisione ai testi di Beatrice Testini e Sachinine Masue.
Casadei Libri, 2007.
Vita di Bashō, e 12 haiku, uno per mese, con trascrizione e commento. A fronte di ciascuno una calligrafia di Norio Nagayama. Nel commento dell’haiku per il mese di aprile, viene citato l’haiku della rana.

Ban’ya NATSUISHI, Pellegrinaggio terrestre – Earth Pilgrimage,
Traduzione inglese di Ban’ya Natsuishi e Jim Kaclan. Traduzione italiana di Luca Toma,
Albalibri Editore, Rosignano Marittima, 2007, pp. 146.

* * *, Mario Conti, Fondatore del Premio Firenze. L’uomo che amava la poesia della vita,
a cura del Centro Culturale: Firenze-Europa “Mario Conti”.
Sassoscritto Editore, Firenze, 2007, pp. 395.
Il volume contiene tra l’altro la ristampa di una scelta di scritti di Mario Conti, fra cui le due raccolte Fiori di ciliegio (1976) e Lo zen la rosa (1987), antologie di “haikai (sic) in versi italiani”, già segnalate (pp. 25-98; 99-182). Compare anche (pp. 363-364) una recensione di Fiori di ciliegio (1986), segnalata più avanti nei Contributi critici.

Matsuo BASHO, L’angusto sentiero del Nord,
a cura di Cesare Barioli.
Vallardi, Milano, 2008, pp. 119.

Teika FUJIWARA, La centuria poetica,
a cura di Marcello Muccioli
SE, Milano, 2010, pp. 126
Nuova edizione, sostanzialmente invariata, del volume del 1950. Cambia l'indice: l''Introduzione diventa Postfazione; manca l'Indice giapponese delle poesie; l'organizzazione grafica del commento è più chiara; FUJIWARA Teika viene scritto, secondo l'uso italiano, Teika FUJIWARA.

NATSUISHI Ban'ya, Il papa che vola: 44 haiku. Ediz. giapponese,
Rupe Mutevole Edizioni, Parma, 2010, pp. 44.

***, Storia di Saigyō,
a cura di Lydia Origlia,
Einaudi, Torino, 2010, pp. vii – xxii, 113.

Yosa BUSON, Sessantasei haiku,
a cura di Peter Oriv Norton, revisione poetica di Elena Pozzi,
La Vita Felice, Milano 2011, pp. 65.

Matsuo BASHŌ, Centoundici haiku,
a cura di Peter Oriv Norton, revisione poetica di Elena Pozzi,
La Vita Felice, Milano 2011, pp. 91.

Masaoka SHIKI, Il mangiatore di kaki che ama gli haiku,
a cura di Peter Otiv Norton, revisione poetica di Elena Pozzi,
La Vita Felice, Milano, 2011, pp. 173.

RӮOKAN, Novantanove haiku,
a cura di Peter Otiv Norton, revisione poetica di Elena Pozzi,
La Vita Felice, Milano, 2011, pp. 101.

Makiko KASUGA, La nuca di Maitreya. Antologia di tanka,
a cura di Paolo Lagazzi, Yasuko Matsumoto.
Moretti e Vitali, Bergamo, 2011, pp. 224.

IKKYŪ Sōjun, Nuvole vaganti. La raccolta di un maestro Zen,
a cura di Ornella Civardi,
Ubaldini, Roma, 2012, pp. 215.
150 poesie del grande maestro Zen del XV secolo.

SHIBATA Toyo, Se sei triste guarda il cielo,
traduzione di Andrea Maurizi,
Mondadori, Milano, 2012, pp. 80.

TANIKAWA Shuntarō, Una solitudine di due miliardi di anni luce,
traduzione dal giapponese a cura di Diego Martina.
Biblioteca di Cultura / 731
Bulzoni, Roma, 2012, pp. 76.

* * *, Haiku. Una raccolta [nel frontespizio interno: Una rassegna] di haiku selezionati e tradotti da Miura Yumie,
Saggio introduttivo di Cristina Dalla Costa.
Edizioni Dalla Costa, Bergamo, 2012, pp. 194

AKUTAGAWA Ryūnosuke, Haiku e scritti scelti,
a cura di Lorenzo Marinucci. Testo giapponese a fronte.
La Vita Felice, Milano, 2013, pp. 105.


Testi in volumi e riviste

L. MORANDI, D. CIAMPOLI (a cura di), Poeti stranieri lirici, epici drammatici,
Parte Prima: Lirica e poemetti. Vol. I: Giapponesi, pp. 1-21.
Raimund Gerhard, Leipzig, 1904.
Versioni di Antelmo Severini, Tullo Massarani. Qualche contributo in prosa.

Tullo MASSARANI, Il libro di giada: echi dell’estremo Oriente recati in versi italiani, secondo la lezione di M. ma Judith Walter,
ristampa con aggiunte per cura di Augusto Serena.
Le Monnier, Firenze, 1909, pp. X, 326.
“Ute letteralmente tradotte dal prof. Antelmo Severini, versegggiate da Tullo Massarani”, pp. 302-322.
Sono XI ute: I-IX presentando nella pagina i versi, in calce la prosa, X e XI tradotte già in versi da Antelmo Severini. Seguono “6 monili di ute giapponesi, offerti in dono alla sposa da Tullo Massarani”. Si tratta di un inedito per una pubblicazione per nozze, di cui non viene indicata la fonte.
Spesso nelle bibliografie è citata la prima edizione di questo volume (titolo identico, Le Monnier, Firenze, 1882, pp. CXXVII-176), che però non contiene testi dal Giappone, ma solo cinesi. La ristampa fa parte dell’edizione postuma delle opere di Tullo Massarani (vol. IV). La prima edizione è una traduzione ‘personale’ dell'opera di ‘Judith Walter’, cioè Judith Gautier (figlia di Théophile), allora diciassettenne, Le livre de jade (1867), antologia di poesie cinesi rese in francese.
Il termine uta (canzone o poesia) fu usato nelle prime versioni europee come sinonimo di tanka o waka, e spesso in Italia venne scritto outa, per la provenienza francese. Così ad esempio in D’Annunzio.

Vincenzo SINISCALCHI, Poesia giapponese. La leggenda di Ouracima e altri versi,
Eco della Cultura, 1 (1914), n. 8 (maggio).

Akiko YOSANO, Poesie, La Diana 2 (1916), n. 5 (maggio), 99-101; n. 6 (giugno), 121-122; traduzione di Harukichi Shimoi e Gherardo Marone.

Suikei MAETA, Poesie giapponesi, La Diana 2 (1916), n. 8, 158-161; nn. 11-12, 197-198; traduzione di Harukichi Shimoi e Gherardo Marone.YOSANO Akiko,

Onde del mare azzurro’,
Traduzione di Harukichi Shimoi e Elpidio Jenco.
Sakurà, 1 (1920), n., 7-11.
L’edizione integrale, curata dai medesimi traduttori, uscì lo stesso anno.

TSUCHII Bansui, Su le orme dell’ippogrifo (Temba no Michi ni),
Traduzione di Harukichi Shimoi e Elpidio Jenco.
Sakurà, 1 (1920), n. 2 (luglio), pp. 31-36.
Un’edizione più ampia, in volume, curata dai medesimi traduttori, uscì lo stesso anno.

Yotaro SUGIMURA, L’anima giapponese, [Conferenza]
R. Istituto Superiore Orientale, Napoli, 1937, pp. 43.
Testo tradotto di una conferenza tenuta in francese. All’inizio (pp. 9-12) si parla della poesia giapponese con citazione di haiku. Tradotto letteralmente l’haiku del convolvolo al pozzo di Chiyo-ni.

Mario CHINI, Pulviscolo (Haikai),
Il Meridiano di Roma: l'Italia letteraria, artistica, scientifica, Anno IV (1939), n. 28 (16 luglio 1939), p. 6.
"Articolo" in un riquadro all'interno di un altro testo, indipendente, della rivista. Si tratta di 20 "haikai", numerati, ciascuno con titolo, senza altre indicazioni. Alcuni sono tradotti (liberamente) da autori giapponesi, i più sono testi, verosimilmente, dell'autore. Questi si ritroveranno, talvolta con modifiche, nella raccolta postuma Attimi (1960) [vedi]. A differenza delle composizioni presentate da Chini nelle varie edizioni di Note di Samisen, i testi, su tre righe, sono decisamente haiku e non tanka, come d'altronde risulta dal titolo.

MEIJI TENNŌ, [11 Tanka],
trascrizione, testo originale e traduzione a cura di Pietro Silvio Rivetta (Toddi).
Yamato, I (1941), n. 11, pp. 328-329.

Teika FUJIWARA, [Cinque tanka con trascrizione e testo originale a fronte],
In Pietro Silvio RIVETTA (TODDI), I cento poeti e le carte da gioco della poesia,
Yamato, II (1942), n. 1, pp. 15-18.

KŌBŌ DAISI, SAIONZI KITUNE, [Due poesie: Iroha nioeto; Hanasasou],
trascrizione e testo originale a fronte di Toddi (Pietro Silvio Rivetta).
Yamato, II (1942), n. 11, pp.

SEI SHŌNAGON, [Una poesia],
a cura di Toddi (P. S. Rivetta), con trascrizione e testo originale a fronte.
Yamato, III (1943), n. 2, pp.

Massimo SPIRITINI, Panorama della poesia mondiale: interpretazioni da lirici francesi, belgi, tedeschi, inglesi … giapponesi, 19 poesie
Bocca, Milano, 1951, pp. 335.

OTOMO, YAKAMOCHI-KAKINOMOTO, HITOMARO, Antologia poetica: tre liriche,
a cura di Toshiro Chiba, Giacomo Trampolini. Estratto da Antiche liriche giapponesi.
Cipangu, 5 (1957), p. 23.

Andrea DAMIANO, Poesie brevi giapponesi,
[Articolo su una rivista per medici, non identificata], pp. 2.

Mario GROMO, Taccuino giapponese,
Paravia, Torino, 1959, pp. 270.
Alcune liriche, pp. 123-134.

Mario CHINI, Attimi (haikai),
Edizioni AIGSL (Alleanza Internazionale Giornalisti e Scrittori Latini), Roma, 1960, pp. 128 (postumo).
La raccolta, voluta dalla moglie dell'autore, ha una scarna presentazione, dalla quale potrebbe ricavarsi che le composizioni (che hanno la forma in tre versi degli haiku) sono dell'autore. Ma vi compaiono anche (pochi) haiku tradotti da autori giapponesi. Fra questi la "rana" di Bashō, questa volta in una "vera" versione dal giapponese, più di mezzo secolo dopo l'interpretazione che Mario Chini ne aveva dato nella prima edizione di Note di Samisen e nelle successive.

Matsuo BASHŌ, Oku no Hosomichi [La stretta strada per il nord]
Traduzione dal giapponese di Laura Paglino, Annamaria Rossi Salvagnini.
Il Giappone, 2 (1962), n. 2 (aprile-giugno), 24-33.

Yasunari KAWABATA, [Lirica],
a cura e con introduzione di Nicoletta Spadavecchia.
Il Giappone, XV (1975).

Kōichi IIJIMA, [Cinque componimenti poetici],
a cura e con introduzione (I problemi della poesia contemporanea in Iijima Kōichi) di Nicoletta Spadavecchia,
Il Giappone, XIX (1982).

Yukio MISHIMA, Proclama. Canti d’addio,
a cura di Daniela De Palma, in F. Maraini, T. Miyashita, S. Calzolai (a cura di ), Atti del VI Convegno di studi sul Giappone, Gargonza, 1982.
AISTUGIA; Firenze, 1982.

Sakutarō HAGIWARA, Abbaiare alla luna. Poesie,
a cura di Ikuko Sagiyama.
Il Giappone, XXIII (1984), pp. 90-124.

MURASAKI SHIKIBU, [Sette poesie aggiuntive],
in Murasaki Shikibu, Diario e Memorie poetiche, a cura di Richard Bowring.
Feltrinelli Milano, 1984, pp. 211-213.
Vedi Murasaki Shikibu nella sezione Diari, Memorie etc.

Daisetz Teitaro SUZUKI (a cura di), Il maestro Zen Sengai,
Guanda, Parma, 1988.
(Sengai: the Zen-Master, Matsugaoka Bunko Foundation, 1971, traduzione di Cristiana Ceci, le liriche dal giapponese, i testi dall’inglese).
n. 110: Bashō e la rana, (p. 183): Haiku parodistici di Sengai sul tema. Commento di Suzuki.

Paolo LAGAZZI (a cura di), La saggezza dei maestri Zen nell'opera di Sengai,
Traduzione dei testi di Sengai di Cristiana Ceci.
Guanda, Parma, 1994, pp. 95. Passim.

Paola D'ANGELO (a cura di), La poesia giapponese del dopoguerra,
I. Haiku. La rana, lo stagno e l’ombrello – sessantasette haiku;
II. Tanka. Attualità di una forma antica – cinquanta tanka;
III. Shi. L’irruzione del verso libero.
Poesia, Anno VII n. 76 (settembre 1994), 22-30; n. 77 (ottobre 1994), 26-33; n. 78 (novembre 1994), 18-28.

Michele CAMANDONA (a cura di), Cuore vecchio, parole nuove. Tradurre e interpretare antiche poesie giapponesi dallo Shinkokinwakashu,
I quaderni di Gaia, n. 8, Roma.

Pierangelo CESARETTI (a cura di), L'haiku e il senso della fine (o dell'origine?),
Origini. Quadrimestrale di segno e poesia, La Scaletta, San Polo di Reggio Emilia.
10 (1995), n. 26, pp. 14-28.

FUJIWARA NO KINTO, Saki no jūgo ban utaawase ad opera di Fujiwara no Kinto,
Traduzione di Ikuko Sagiyma.
Il Giappone, XXXIII (1993), pp. 5-25.

Giuseppe CONTE (a cura di), La poesia del mondo. Lirica d’Occidente e d’Oriente,
Guanda, Parma, 2003, pp. 908.
Lirica d’Oriente: Giapponese, pp. 754-781.

Alejandro JODOROWSKI, Il dito e la luna. Racconti Zen, haiku, koan,
Mondadori (Oscar), Milano, 2006, pp. 173.
(Le doight et la lune, 1997).
Haiku, pp. 159-173. Sono 8 haiku classici con commento. Di tre di questi è data anche la traslitterazione.

* * *, Lo spirito giovane della calligrafia classica,
Personale di Kataoka Shikō.
9-12 novembre 2005. Università degli Studi di Milano – Bicocca
Go Book Editore, Trento, 2006, pp. 58. Contiene, tra l’altro:

Poesie dal Man’yōshū,
Scheda critica: La scrittura nel Man’yōshū.
Scheda e traduzioni di Simonetta Coglia. (pp. 10-17)

Le trentasei migliori poesie giapponesi dell’antichità,
Scheda critica: I trentasei poeti immortali.
Scheda e traduzioni di Aldo Tollini. (pp. 18-25)

Tre haiku,
Scheda critica: Tre componimenti moderni.
Scheda e traduzioni di Virginia Sica. (pp. 26-29)

I ro ha uta,
Scheda e traduzione di Simonetta Ceglia. (pp. 30-31)

La danza [haiku].(p. 41)

Hyakunin Isshu. Poesie di cento poeti,
Scheda critica: Il gioco della composizione poetica.
Scheda e traduzioni di Andrea Maurizi. (pp. 42-55)

Taneda Santōka no haiku,
Scheda critica: Uno “haiku in versi sciolti” di Taneda Santoka.
Scheda e traduzioni di Simonetta Ceglia. (pp. 56-57)

* * *, La via del tiro con l'arco. I testi segreti della scuola di Kyudō Heki,
a cura di Paolo Villa. Commento ai testi del prof. Mori Toshio.
Il Cerchio Iniziative Editoriali, Rimini, 2009, pp. 124.
Hika. Le poesie segrete. Dodici poesie trasmesse da Heki Danjō, [XV sec.],
pp. 81-96;
Heki Ryū Mugonkā [Poema senza parole della scuola Heki; XVI-XVII sec.], pp. 97-124.
(12 e 26 waka che esprimono l'essenza dell'insegnamento del Kyudō secondo la scuola Heki)

Maria Rosa PIRANIO, Haiku. Estetica e poetica,
Empirìa, Roma, 2010, pp. 101.
Antologia, pp. 49-81.


Diari (Nikki) e testi in prosa con poesie

IZUMI SHIKIBU, Il diario di Izumi Shikibu,
in Diari di corte dell’antico Giappone, a cura di Giorgia Valensin.
Einaudi, Torino, 1946 (varie ristampe successive), pp. 63-100.
Traduzione parziale e non dall’originale.

MURASAKI SHIKIBU, Il diario di Murasaki Shikibu,
in Diari di corte dell’antico Giappone, a cura di Giorgia Valensin.
Einaudi, Torino, 1946 (varie ristampe successive).
Traduzione parziale e non dall’originale.

* * *, Il diario di Sarashina,
in Diari di corte dell’antico Giappone, a cura di Giorgia Valensin.
Einaudi, Torino, 1946 (varie ristampe successive), pp. 63-100.
Traduzione parziale e non dall’originale.

KI NO TSURAYUKI, Diario di Tosa,
Introduzione, traduzione e note – appendice: le poesie del Tosa Nikki, di Mario Scalise.
Il Giappone, VI (1966), pp. 119-175.

MURASAKI SHIKIBU, Diario e memorie poetiche,
a cura di Richard Bowring. Prefazione di Alfredo Giuliani.
Feltrinelli, Milano, 1984.
Traduzione dalla versione inglese con l’apparato abbreviato.

* * *, I racconti di Ise (IseMonogatari),
a cura di Michele Marra.
Einaudi, Torino, 1985.

* * *, Il viaggio a ritroso,
Genesi e tipologia dei diari di viaggio medievali giapponesi. Il Tōkan kikō (Diario di un viaggio a oriente).
a cura di Maria Chiara Migliore.
Istituto Orientale di Napoli – Dipartimento di Studi Asiatici, 2002, pp. 86.

KI NO TSURAYUKI, Tosa Nikki (Diario di Tosa),
a cura di Simona Vignali.
Cafoscarina, Venezia, 2004, pp. 91.

* * *, Le memorie della dama di Sarashina (Sarashina nikki),
a cura di Carolina Negri.
Marsilio, Venezia, 2005, pp. 136.

Kenneth WHITE, I cigni selvatici (viaggio in Giappone),
Amos, Venezia-Mestre, 2012, pp. 172.
(Les cygnes selvatiques, Grasset & Fasquelle, Paris, 1990, traduzione di Eva Cerolini.)


Poesia e musica

Franco CASAVOLA (musica di), Tankas: En regardant la lune. L’oreiller. L’oubli impossibile. Inquietude. L’attente. Blancheurs.
Canto e pianoforte
Ricordi, Milano, 1920, pp. 5.

Vincenzo DAVICO, Un TANKA di Akiko (musica),
Sakurà, 1 (1920), n. 3: luglio-agosto, pp. 66-67.
Cadono i fiori di ciliegio!
Cadono insieme
ai miei sogni del passato
Cadono alla rinfusa
lacrime di fiori.

(Segue lo spartito.)

Vincenzo DAVICO, Un Tanka di Akiko (musica),
Sakurà, 1 (1920), nn. 5-6: dicembre 1920-marzo 1921, p. 148.
Il Cuore di profumi
Portami
un vaso di fiori di cristallo
colmo della fragranza
che vive nel cuore
d’una fanciulla.
[Da Onde del mare azzurro]

(Segue lo spartito.)

Vincenzo DAVICO, Liriche giapponesi (Chants japonais) per canto e pianoforte,
Edizioni Bongiovanni, Bologna, 1920, pp. 7.
Luna d’estate (Akiko Josano (sic); trad. it di G. Marone
Pioggia (Akiko Josano; trad. it di E. Jenco
Gioia umana (Nobutsuma Sasaki ; trad. it. di G. Marone
Sogno (Suikei Maeta; trad. it di G. Marone)

(Seguono gli spartiti)

Francesco SANTOLIQUIDO, Petits poèmes japonais pour chant et piano,
I. Tanka del poeta giapponese Akahito [traduzione in francese].
A. Forlivesi e C., Firenze, 1920, pp. 4.

Francesco SANTOLIQUIDO, Una lirica giapponese musicata per canto e pianoforte,
G. E. Magnani, Firenze, 1921, pp. 4.

Mario BONSEGNA, Impressioni musicali per pianoforte sul tanka del poeta giapponese Maeta Suikei.
Maddaloni – Casa Editrice Musicale, Napoli, 1921.
Con un dolce raggio d’argento
infilato in un ago d’oro
una lucciola solitaria
cuce due lembi neri
della notte.

Ettore DESDERI, Liriche giapponesi: per canto e pianoforte,
traduzioni dal giapponese di Bartolomeo Balbi,
Fascicolo 1: Anonimo, Attesa; Taira-no-Kanemori, Fiorita d’amore; Kitahara, Occhi di tenerezza; Tsurayuki, Fuor di via.
Fascicolo 2: Yosano, Pioggia di primavera; Yosano, Un’ombra.
Casa Editrice L’estremo Oriente, Venezia, 1921, pp. 11, 13.

Cardenio BOTTI, Due canti giapponesi: (Un’ombra, Verso il mistero.) Canto e piano,
F. Bongiovanni, 1922, pp. 9.

Adelmo DAMERINI, Tanka: cinque frammenti lirici giapponesi,
tradotti da Franco Marano.
Ricordi, Milano, c. 1924, pp. 14.

Gaspare SCUDERI, Liriche per canto e pianoforte: Piccoli canti;
dai Canti giapponesi: traduzione di Bartolomeo Balbi.
A. E G. Carisch e C., Incisoria Musicale Italiana, 1928, pp. 7.

Piero CAMPORA, Dalle note di samisen: Antichi versi giapponesi,
traduzione di Mario Chini. 5 piccole liriche per canto e pianoforte.
A. Forlivesi e C., Firenze, 1931, Fedini e Figlio, pp. 12.

Dario ROSSI, Udii nella notte tre geishe cantare: (trittico). Da una raccolta di canti giapponesi,
A EG. Carisch e C., Milano, 1934, Tipografia A. Zanni, pp. 7.

Mauro DISCOVOLO, Due liriche: per canto e pianoforte su motivi popolari giapponesi,
I. Pianto.
II. Se si trattasse di sei miglia.
Traduzione di Elpidio Jenco
Ricordi, Milano, 1938, pp. 4, 4.

* * *, Raccolta di musiche giapponesi: Dai nippon kokka kayaokyoku. Inni, liriche canzoni trasmesse dalla Radio. [Per canto e pianoforte].
Edizione Sonorfilm, 1942, Milano. Tipografia La Musica Moderna, pp. 23.

Giacomo OREFICE, Tanke giapponesi: per canto e pianoforte,
G. Ricordi e C., Milano, 1954, pp. 9.

Roman VLAD, La musica degli haiku. Le stagioni giapponesi: settanta haiku per Michiko Hirayama,
Per canto e pianoforte.
Ricordi, Milano, 1995, 1 partitura (pp. 43).
Spartito di composizioni musicali per pianoforte per haiku classici cantati (in giapponese). Traduzioni italiane dei testi.

Irlando DANIELI, 7 haiku della luna, per soprano leggero (con dobaci), flauto, chitarra, arpa e pianoforte; testi di poeti giapponesi dei secoli 17, 18 e 19.
Partitura.
Presso l’autore, [s. l., s. n., s. d.], c. 2000, pp. 15.

Giacomo OREFICE, Tanke giapponesi: Per canto e pianoforte,
Ricordi, Milano, pp. 9.

Cecilia SEGHIZZI CAMPOLIETI, Cinque haiku per voce e flauto,
Partitura.
Pizzicato, Udine, c. 2003, pp. 20.
Testi di Yosa Buson, Masaoka Shiki, Takarai Kikaku, Nakamura Kusatao.


Cecilia SEGHIZZI CAMPOLIETI, Tre haiku per coro femminile,
Partitura.
Pizzicato, Udine, c. 2003. pp. 8.
Testi di Kobayashi Issa, Masaoka Shiki.

Storie e antologie della letteratura giapponese

Guglielmo PASSIGLI, La letteratura giapponese,
Nuova Antologia, (4) XXXIV (1899), fasc. 667, pp. 478-499.
Un riassunto dell'opera di W. G. Aston, History of Japanese Literature, London 1899.

Ettore ALLODOLI, Storia della letteratura giapponese,
Milano, Sonzogno, 1905, pp. 62.
Ancora una riduzione dell'opera di W. G. Aston, History of Japanese Literature, London 1899.

Pacifico ARCANGELI, Letteratura e crestomazia giapponese,
Prefazione del Prof. Angelo dei Conti Gubernatis,
Manuali Hoepli
Hoepli, Milano, 1915, pp. 299.
Ristampa anastatica: Hoepli, Milano, 1990.
In grazia di questi suoi [di Bashō, Bascio nel testo] brevi lavoretti, simili a lievi frulli di ingenue farfalle, il nome suo acquistò fama in ogni parte dell'impero’ (p. 57).
‘… il piccolo, scorretto ed inutile manuale dell’Arcangeli, il quale aveva conosciuto il Giappone un po’ leggicchiando l’Aston, un po’ succhiando le nespole di Chiusi, e un po’, forse, leggendo il messale.’
Filippo Trapassi, Sakurà, 1 (1920), n. 1, p. 29 (‘Note bibliografiche’)

Alberto CASTELLANI, Letterature e civiltà dell'Estremo Oriente. Studi e saggi,
con prefazione di P. E. Pavolini,
Le Monnier, Firenze, 1933, pp. XI, 282.

AA. VV., Prose e poesie giapponesi, Racconti e novelle, Apologhi, aneddoti e leggende, Episodi di pietà filiale, Teatro, Varietà storiche, Varietà letterarie e artistiche, Morale, Poesie.
con introduzione e note di Paolo Bellezza.
Pagine Straniere.
Vallardi, Milano, 1923, pp. XVIII, 268.

Mario MAREGA, La letteratura classica giapponese,
Convivium, raccolta nuova, 4 (1947), 523-530.

Leo MAGNINO, Storia della letteratura giapponese,
Nuova Accademia Editrice, Milano, 1952, ristampa 1957, pp. 368.

Guglielmo SCALISE, Appunti di storia della letteratura giapponese,
Is.M.E.O., Sez. Lombarda, 1953 (edizione ciclostilata).

Giacinto AURITI, Compendio di Storia della Letteratura Giapponese dall’Età Arcaica alla Restaurazione del Meigi (1868),
Vallecchi, Firenze, 1954, pp. 493.
Haiku pp. 409 e seguenti. Traduzioni di haiku da traduzioni in lingue europee pp. 411-12.

Leo MAGNINO, Letteratura giapponese, in Giuseppe Tucci (a cura di), Le civiltà dell’Oriente, Vol. II. Letteratura.
Casini, Roma, 1957, pp. 1043-1115.

Leo MAGNINO (a cura di), Le più belle pagine della letteratura giapponese,
Nuova Accademia Editrice, Milano, 1957.

Donald KEENE, Letteratura giapponese,
Sansoni, Firenze, 1958, 2° ediz. 1962.
(Japanese Literature. An Introduction for Western Readers, John Murray, 1953, traduzione di G. Lenci).

AA. VV., Centouno capolavori orientali. Letteratura egizia, accadica e sumerica, ebraica, araba, persiana, indiana, cinese, giapponese.
A cura di Paolo De Benedetti. Traduzioni della sezione giapponese di M. Cuccioli, S. Nogami, Y. Kawamura, A. Suga Ricca.
Bompiani, Milano, 1968.

Marcello MUCCIOLI, La letteratura giapponese. La letteratura coreana,
Sansoni/Accademia, Firenze, 1969, pp. 567.

Rosaria BEVIGLIA, Adolfo TAMBURELLO, Antologia delle letterature coreana e giapponese,
Fratelli Fabbri Editori, Milano, 1969, pp. 379.

Rosaria BEVIGLIA, Adolfo TAMBURELLO, Storia delle letterature coreana e giapponese,
Fratelli Fabbri Editori, Milano, 1970, pp. 158.

Jacqueline PIGEOT, Jean-Jacques TSCHUDIN, La letteratura giapponese,
Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 1985, pp. 132.
(La litterature japonaise, Collana ‘Que sais-je?’, Presses Universitaires de France, Paris, 1983, trad. it. di Amelia Bandini.)

Shûiki KÂTO, Storia della letteratura giapponese,
Vol. I Dalle origini al XVI secolo. Vol. II Dal XVI al XVIII secolo. Vol. III
Dall’Ottocento ai giorni nostri.
A cura di Adriana Boscaro.
Marsilio, Venezia, I edizione 1987-1996, 20025, pp. 381; 317; 365.
(Nihon bungakushi josetsu, Tokio 1980, voll. 2; trad. it. di Adriana Boscaro.)

Aurora DUPRÈ, Scrigno di perle orientali,
Giuseppe Laterza Editore, Bari, 1995, pp. 167.

Ikuko SAGIYAMA, Introduzione alla letteratura giapponese,
Cipangu Monogatari. Il Giappone raccontato dai libri,
AISTUGIA, Roma, 1996, pp. 45-63.
Ristampa in Teresa Ciapparoni La Rocca (a cura di), Introduzione alla cultura letteraria. Quaderni giapponesi n. 1.
Bulzoni, Roma, 2001, pp. 141-167.

Adriana BOSCARO, Letteratura giapponese. 1. Dalle origini alle soglie dell’età moderna,
Einaudi, Torino, 2005.

Pierantonio ZANOTTI, Introduzione alla storia della poesia giapponese,
I. Dalle origini all’Ottocento; II. Dall’Ottocento al Duemila.
Marsilio, Venezia, 2012, pp. 159; 161.


Riviste

Prima di La Diana e Sakurà (vedi), traduzioni di testi e contributi critici sulla poesia giapponese, erano comparsi, e continueranno a essere presenti, sulle riviste dedicate agli studi orientali in generale:

L’Oriente
Regio Istituto Orientale di Napoli. Due annate (1894-95) per 6 numeri complessivi.

Rivista degli Studi Orientali
Dal 1907. In corso (volume LXXIV nel 2000).

Come è emerso dalla sezione relativa alle traduzioni di testi, il primo ‘incontro’ italiano non specialistico con la poesia giapponese, fu tramite riviste letterarie.

L’Eco della Cultura, fondata nel 1914 riportò quello che è in assoluto, forse, il primo testo di poesia giapponese, per la cura di Vincenzo Siniscalchi (vedi Testi in volumi e riviste).

Più prolungato e influente l’influsso di

La Diana. Napoli, 1915-17. Diretta da Gherardo Marone.
Vol. 1 (1915): 16 numeri in 14 fascicoli; Vol. 2 (1916): 12 numeri in 10 fascicoli; Vol. 3 (1917): 2 numeri in un unico fascicolo doppio.
Adele Dei (a cura di), “La Diana” 1915-1917, Bulzoni, Roma, 1981 (Saggio e antologia);
La Diana, Ristampa anastatica. Saggio introduttivo e apparati a cura di Nicola D'Antuono,
Università degli Studi di Salerno, Quaderni di Lingua e Letteratura Italiana I.
Avagliano Editore, Cava de' Tirreni (Salerno), 1990.

Qualche anno dopo comparve la prima rivista italiana dedicata al Giappone:

Sakurà. Prima rassegna moderna europea dell'arte e della poesia dell'estremo oriente,
a cura di Harukichi Shimoi.
Napoli, Tipografia Morano, 1920.
6 fascicoli: 4 semplici e 1 doppio:
Anno 1 n. 1: 10 Giugno 1920, pp. 1-30; n. 2: Luglio 1920, pp. 31-56; n. 3 Agosto-Settembre 1920, pp. 57-88; n. 4: Ottobre–Novembre 1920, pp. 89-118; nn. 5-6: Dicembre 1920-Marzo 1921, pp. 119-160.

Seguiranno, con un intervallo di decenni:.

Yamato: mensile italo-giapponese
Diretto da Pietro Silvio Rivetta (Toddi)
Novara, De Agostini
gennaio 1941- agosto 1943. 32 fascicoli in-4°, pp. 32 compresa la copertina a colori.

East and West
Roma. Rivista trimestrale dell’Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente (IsMEO), dal 1996 Istituto Italiano per L’Africa e l’Oriente (IsIAO).
Dal 1950, in corso.

Cipangu
Bimestrale a cura del “Centro di Cultura Italo-Giapponese”, diretta da Mario Teti.
Roma: 7 numeri: 1955- 1957.

Giappone
Trimestrale a cura del ‘Centro Studi di Cultura Italo-Giapponese’, subentra a Cipangu. Diretta da Giuseppe Morichini.
4 numeri: 1957 – 1959.

Il Giappone
Trimestrale per i primi due anni, e poi annuale. Diretto da Giacinto Auriti e dal 1963 da Adolfo Tamburello.
In corso.

Annali di Ca’ Foscari – serie orientale
Dal 1970, un fascicolo all’anno.
In corso.

Atti AISTUGIA
Atti dei convegni annuali della Associazione Italiana di Studi Giapponesi.
Dal 1977.
In corso.

Quaderni Asiatici
Dal 1982, uno o più fascicoli annuali (n. 75 nel 2006).
In corso.

Asia Orientale
Dal 1985, a cura della omonima associazione napoletana. Un fascicolo all’anno, talora doppio.
In corso.

Asiatica Venetiana
Dal 1996, curata da Dipartimento di Studi sull’Asia Orientale dell’università Ca’ Foscari. Un fascicolo annuale.
In corso.

Cultura Italo-Giapponese. Annali del Centro Studi e Ricerche dell’Università di Tokio a Firenze
Direttore: Satoru Nagami
Franco Cesati Editore, dal 2004, annuale.
In corso

Annali dell’Istituto Orientale di Napoli

Orientalia Parthenopea
Dal 2005, un fascicolo all’anno.

A carattere “letterario” e non critico, per quel che riguarda il mondo degli haiku, ancora:

Millepiedi (Yasude)
Foglio informativo dell'Associazione Italiana Amici del Haiku. Semestrale, pp. 4.
1 (gennaio 1997); 2 (giugno 1997); 3 (gennaio 1998); 4 (giugno 1998); 6; 7 (novembre 1999); 8 (gennaio 2000); 9 (giugno 2000); 10 (gennaio 2001); 11 (gennaio 2002); 12 (maggio 2002); [Senza numero] (2003), pp. 2. Incerta la continuazione

Almeno due riviste dedicate alla poesia e alla narrativa, hanno avuto o hanno una rubrica dedicata agli haiku:

La Nuova Tribuna Letteraria. Periodico di Lettere ed Arte fondato da Giacomo Luzzagni.
Attualmente trimestrale. Comprende una rubrica: Haiku e dintorni, a cura di Claudio Bedussi. Una raccolta di questi contributi costituisce il volume di Claudio Bedussi (2000) segnalato in ‘Contributi critici’.
Anno XII (2002), n. 65, L'usignolo di Seimeizan, p. 34; n. 66, La stella del mattino, p. 29; n. 67, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 1, p. 31; n. 68, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 2, pp. 34-35. Anno XIII (2003), n. 69, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 3, p. 29; n. 70, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 4, p. 34; n. 71, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 5, p. 36; n. 72, Storia dell’haiku. Dopo Bashō e fino ai nostri giorni – 6 (fine), p. 35. Anno XIV (2004), n. 73, Dolce Forte: viaggio alla scoperta della scrittura poetica, p. 31 [haiku di autori italiani]; n. 74, Ritorno ai lettori, p. 32 [ancora autori italiani]; n. 75, I 13 suggerimenti di Bashō, p. 32; n. 76, Impara da un bambù, p. 36 [ancora sui suggerimenti di Bashō.] Anno XV (2005), n. 77, La via dell’acqua che scorre, p. 42 [lo stesso]; n. 78, Cercare il bue in groppa la bue, p. 37 [lo stesso]; n. 79, Lampi di luce, p. 35, [lo stesso]; n. 80, Il cuore e la tecnica, p. 28. Anno XVI (2006), n. 81, L’arciere di spalle, pp. 30-31, [lo stesso]; n. 82, La parola che non muore, pp. 30-31, [lo stesso]; n. 83, Eternità, spalanca le tue braccia, pp. 36-37, [lo stesso]; n. 84, Il viaggio verso casa, pp. 34-35, [lo stesso]; Anno XVII (2007), n. 85, Il cuore indiviso delle cose, p. 32, [lo stesso]. n. 86, E oltrepasserai la soglia, Cristiano?, pp. 40-41 [lo stesso]. n. 87. n. 88, Fuochi d’inverno (e commiato), pp. 34-35. [lo stesso]. n. 89, Haiku tra gli Appennini, p. 33. [lo stesso]. n. 90, Stefano Valentini, Due voci in haiku. Teresa Celeste e Claudio Bedussi, p. 50. [Recensione a Se nella neve (2007) dei due autori]. Anno XIX (2009), n. 94, Nella fine è il mio principio, pp. 33-34. n. 97, Renzo Cremona [Recensione a Tundra, di Renzo Cremona], p. 28. Anno XX (2010), n. 100, Dieci haiku più uno, p. 37. Anno XXI (2011), n. 101, Passaggi italiani, p. 32; n. 102, Arie di primavera, p. 34; n. 103, Sussurri, haiku di Teresa Celeste, p. 28. Anno XXII (2012), n. 105, La follia dell’onda, p. 34; n. 106, Dialogo con una lettrice, p. 34.; n. 107, Lievi le cose, p. 34; n. 108, Un haiku giapponese in laboratorio, p. 34. Anno XXIII (2013), n. 109, Il lessico dei maestri giapponesi. Prima parte, p. 34; n. 110, Il lessico dei maestri giapponesi. Seconda parte, p. 38; n. 111, Il lessico dei maestri giapponesi. Terza parte, p. 34; n. 112, Il lessico dei maestri giapponesi. Quarta parte, p. 34. Anno XXIV (2014), n. 113, Il lessico dei maestri giapponesi. Quinta parte, p. 34; n. 114, Il lessico dei maestri giapponesi. Sesta parte, p. 30; n. 115, Il lessico dei maestri giapponesi. Settima parte, p. 30; n. 116, Il lessico dei maestri giapponesi. Ottava parte, p. 34; Anno XXV (2015), n. 117, Il lessico dei maestri giapponesi. Nona e ultima parte, p. 36;

Daemon, Alchimie di letterature,
Direttore responsabile: Simona Iannessa.
Franco Cesati Editore, Firenze.
Fascicoli semestrali, poi trimestrali, a tema. Ogni fascicolo comprende una ‘Rubrica haiku’ a cura di Hideyuki Doi.
n. 1 (2000): Accelerazione del presente / persistenza della tradizione. Rubrica haiku: Haiku/Zen, a cura di Hideyuki Doi e Michele Ibba, pp. 27-30.
n. 2 (febbraio 2001): Il cattivo. Rubrica haiku: Kigo / E a noi del kigo? A cura di Hideyuki Doi e Michele Ibba, pp. 27-31.
n. 3 (novembre 2001): La perdita della memoria. Rubrica haiku: Haikai (= haiku) - Il cantare comico, pp. 34-35.
n. 4 (marzo 2002): Alchimie di letterature. Rubrica haiku: E noi? (bis) - alcune variazioni odierne dello haiku, pp. 36-37.
n. 5 (giugno 2002): Espiazione: scrivere in un’altra lingua. Rubrica haiku: (Senza titolo), pp. 32-33.
n. 6 (novembre 2002): Il lavoro come va?. Rubrica haiku: Metrica della poesia haiku, pp. 28-29.
n. 7 (marzo 2003): Dopo il paesaggio. Rubrica haiku: Takumi Tagushi, Teoria, critica e produzione di haiku: lettura di Haikai taiyō (Lineamenti di haikai) di Masaoka Shiki, pp. 32-33.
n. 8 (settembre 2003): Le ragioni del corpo: dalla perversione all’espressione. Rubrica haiku: Un Pasolini haikaistico, pp. 34-35.
n. 9 (febbraio 2004): Italiano dove stai andando? Rubrica haiku: Un Pasolini haikaistico (bis), due poesie giapponesi tradotte in friulano, p. 35.
n. 10 (ottobre 2004): Orient Express 2004: viaggio nella creatività dell’Est europeo. Rubrica haiku: Invariabile/variabile, p. 53.
n. 11 (marzo 2005): Rompere il ghiaccio: Premio Iceberg 2005. Le interviste, gli artisti, gli inediti dei giovani scrittori segnalati. Rubrica haiku: [Senza titolo], p. 53.
n. 12 (giugno 2005): Così vicini, così lontani. Cinque interviste sulla narrativa italiana. Rubrica haiku: [Senza titolo], p. 53
n. 13 (novembre 2005): Wunderkammer – Le scienze in soccorso delle arti. Rubrica haiku: Un po’ di storia dello haiku in Italia, pp. 52-53.
n. 14 (giugno 2006): Collaudi. Performances dal mondo del teatro. Rubrica haiku: Haiku è una poesia sintetica, p. 52.

La rubrica cessa con questo numero; in seguito si interrompe anche la rivista.


Contributi critici

I. Sulla poesia giapponese con particolare riguardo allo haiku

Antelmo SEVERINI, Recensione a Léon de Rosny, Anthologie Japonaise, [1871],
Annuario della Società italiana di Studi Orientali, 1 (1873), pp. 177-180.

Antelmo SEVERINI, L'epigramma giapponese paragonato allo epigramma latino e greco,
Annuario della Società italiana di Studi Orientali, 1 (1873), pp. 181-198.

Antelmo SEVERINI, Le rythme et la versification dans le ‘Sau-si’ ou Contes et Romans japonais,
Congrès International des Orientalistes, Paris, 1873. Comptes rendu de la Première session, Tome Ier, Paris, Maisonneuve, 1874, pp. 248-273.

Francesco SABATINI, L’amore nella poesia giapponese,
Roma Antologia. Cronaca artistica, scientifica, letteraria industriale e amministrativa, (III), 2 (1881), n. 1, pp. 18-19.

Gabriele D’ANNUNZIO, [Segnalazione del libro di Judith Gauthier (sic), Poèmes de la libellule, illustrés par Yamamoto (Paris 1885), poesie giapponesi tradotte in francese, firmato ‘Il Duca minimo’.]
La Tribuna, 1° giugno 1885.
In Gabriele D’Annunzio, Scritti giornalistici 1882 – 1888, Vol. I,
a cura di Annamaria Andreoli. Testi raccolti da Federico Roncoroni.
I Meridiani.
Mondadori, Milano, pp. 390-391.

Gabriele D’ANNUNZIO, [Segnalazione della poesia ‘della Principessa Sikisi’, firmata ‘Il Duca minimo’.]
La Tribuna, 9 giugno 1885.

Gabriele D’ANNUNZIO, Letteratura giapponese,
[Recensione di Poèmes de la libellule e storia e critica della letteratura giapponese]
Domenica letteraria – Cronaca bizantina, 14 giugno 1885.
Ristampato in Gabriele D’ANNUNZIO, Parabole e Novelle, s. II, Bideri, Napoli, 1916. pp. 160-169.
L’interesse si concentra sulla uta, (outa nel testo), cioè la tanka, mentre si accenna appena all’haiku (‘pochissime linee senza rima e senza ritmo’).
Nella stessa data D’Annunzio pubblica su il ‘Fanfulla della domenica’ la Outa occidentale, e il giorno successivo 15 giugno e poi il 22 giugno due parodie della stessa, e il 15 agosto un’altra lirica ‘giapponizzante’) (Vedi Appendice).

Antelmo SEVERINI, Perle giapponesi,
L'Oriente 1 (1894), Roma, pp. 137-170.

***, Poesia giapponese, Nuova Antologia di Lettere, Scienze ed Arti, IV, 111, (CXCV della raccolta), 1904, pp. 368-369. [Nella sezione “Tra libri e riviste”].
In realtà il breve intervento parla più del nuovo stile della narrativa in Giappone che della poesia.

Giulio GATTINONI, La poesia al Giappone,
Lettura tenuta al Liceo Moderno di Napoli il 26 Maggio 1906.
Napoli, Tipografia Melei e Joele, 1906, pp. 24.

Sulla rivista La Ronda, III (1921), nn. 1-2, nella rubrica “Incontri e scontri – Quel che dicono le riviste” viene segnalata e giudicata negativamente (pp. 121-122), la diffusione in Francia della “moda del Hai-Kai” giapponese. Sono citati i nomi di autori e riviste, e quattro “hai-kai” francesi e due spagnoli. Viene rimproverata la mancanza della qualità essenziale, la “sinteticità”. Le iniziali della firma j. c. non hanno riscontro negli autori della rubrica (segnalati nell’intestazione) e forse sono per errore in luogo di e. c. (Emilio Cecchi).

Lafcadio HEARN, Spigolature nei campi del Buddho: Studii d'Estremo Oriente,
Laterza, Bari, 1908, ristampa 1922. Ulteriori ristampe.

Elpidio JENCO, Achiko Yosano,
Crociere Barbare, 1 (1917), nn. VI/VII (15 settembre, numero doppio), pp. 37-40.

Elpidio JENCO, Yosano Akiko,
Sakurà, 1 (1920), n. 1 (giugno), pp. 3-6.

Harukichi SHIMOI, Duello di poesia,
Sakurà, 1 (1920), n. 1 (giugno), pp. 25-27.

Harukichi SHIMOI, Tsuchii Bansui,
Sakurà, 1 (1920), n. 2 (luglio), pp. 37-38.

Harukichi SHIMOI, Versificazioni Giapponesi,
Sakurà, 1 (1920), n. 3 (agosto-settembre), pp. 80-82.

Harukichi SHIMOI, Uta-garuta (Carte di poesia),
Sakurà, 1 (1920), n. 3 (agosto-settembre), pp. 86-87.

Harukichi SHIMOI, Senryû. (Studi e traduzioni),
Sakurà, 1 (1920), n. 4 (ottobre-novembre), pp. 103-106.

Harukichi SHIMOI, Tristi sono i fiori di yamabuki,
Sakurà, 1 (1920), n. 4 (ottobre-novembre), pp. 111-112.

Harukichi SHIMOI, Man-yo-shu (studi) e dal Man-yo-shu (traduzioni),
Sakurà, 1 (1920), nn. 5-6 (dicembre 1920-marzo 1921), pp. 136-142.

Elpidio JENCO, Saggio sulla poesia popolare giapponese,
Annuario del Liceo Ginnasio G. Carducci, Viareggio.
Pisa, 1932, pp. 3-26

Giuseppe TUCCI, Poesia giapponese,
Asiatica, 3 (1937), pp. 328-336.
Ristampato in G. Tucci, Forme dello spirito asiatico,
Casa Editrice Giuseppe Principato, Milano-Messina, 1940, pp. 260-270.

Salvatore MERGÉ, Il haiku nella poesia yamato,
Asiatica, 4 (1938), pp. 21-27.

Harukici SHIMOI, La più famosa e antica raccolta di poesie,
Sapere, n. 143 (15 dicembre 1940) – Fascicolo dedicato al Giappone, p. 355.

Leo MAGNINO, Il romanticismo nella poesia giapponese,
Rassegna Italiana, Novembre 1940, n. 270, pp. 7.

A. M. PIZZAGALLI, Poesia giapponese,
Sapere, n. 143 (15 dicembre 1940) – Fascicolo dedicato al Giappone, pp. 354-355.

Giuseppe TUCCI, Il Giappone. Tradizione storica e tradizione artistica,
Studi Asiatici. Collezione a cura dell'Istituto Italiano per il Medio e l'Estremo Oriente.
Fratelli Bocca, Milano, 1941, pp. 121, ill. passim.

* * *, Ono no Komachi,
Yamato, I (1941), n. 2, pp. 48-49.

Vera D’ANGARA, Conversazioni femminili: bellezza e poesia del ciliegio,
Yamato, I (1941, n. 4, pp. 109-114.

Giuseppe TUCCI, La neve nella poesia e nella pittura giapponese,
Yamato, I (1941, n. 12, pp. 364-.

Pietro Silvio RIVETTA (TODDI), I cento poeti e le carte da gioco della poesia,
Yamato, II (1942), n. 2, pp. 15-18.

TODDI, Una nipponica autunnale terzina di Dante,
Yamato, II (1942), n. 10, pp. 253-

TODDI, L'arguta, breve poesia di nove secoli fa,
Yamato, III (1943), n. 1, pp. 41-.

Giacinto AURITI, La poesia giapponese: la naga-uta e la tanka,
Yamato, III (1943), n. 6, pp. 131-132.

TODDI, La poesia del mare,
Yamato, III (1943), n. 8, pp. 189-

Akira SUEKUNI, L'haiku e la poesia giapponese,
Annali dell'Istituto Orientale di Napoli, n. s. 4 (1952), pp. 199-228.

KENNETH, Poesia giapponese haiku,
Cipangu, dicembre 1955 (Numero di presentazione), pp. n.n. (2-3).

Giuseppe MORICHINI, Bashō's Love Verses, East and West, VI (1955-56), n. 4, pp. 323-328.

Giuseppe MORICHINI, Poeti giapponesi moderni: Ishikawa Takuboku,
Cipangu, 6 (1957), pp. 6-9; 22.

Enrico BARAGLI, Dal Giappone la poesia religiosa,
Civiltà Cattolica, 109 (1958), n. 2, pp. 163-177.

Filippo MAZZETTI, ‘Tanka’ di pace: saggio,
La fonte, Rieti, 1958, pp. 12.

Anna Maria ROSSI SALVAGNINI, Una grande poetessa del Giappone: Yosano Akiko (1878-1942),
Giappone, II (1958), nn. 3-4, pp. 25-40.

Alan W. WATTS, La via dello Zen,
Feltrinelli, Milano, 1960, 2° ediz. 1971, pp. 249.
(The way of Zen, Pantheon Books, New York, 1957, trad. it. di Lucio Antonicelli.)
Parte II, Cap. IV. Lo zen nelle arti, pp. 186-214, in particolare, 196-202.

Christmas HUMPHREYS, Lo Zen.
Astrolabio-Ubaldini, Roma, 1963, pp. 200.
(Zen Buddism, George Allen & Unwin, London, 1957, trad. it. di Paolo Vivante.)
Cap. 10: Lo Zen nella letteratura inglese, pp. 155-164.

Leo MAGNINO, La poesia moderna giapponese,
Il Fuoco, XI/2 (1963), pp. 17-20.

Mario SCALISE, Le poesie del Tosa Nikki,
Il Giappone, VI (1966), pp. 163-177.

Rosaria BEVIGLIA, La letteratura giapponese dell’era Meiji,
Il Giappone, VIII (1968), pp. 9-28.

Mario RICCÒ, Aspirazioni religiose nella poesia giapponese,
ISME, Parma, 1968.

Nicoletta SPADAVECCHIA, Jojōka (Lirica) di Kawabata Yasunari,
Il Giappone XV (1975), pp. 39-62.

Roland BARTHES, Frammenti di un discorso amoroso,
Einaudi, Torino, 1979, 2001.
(Fragments d'un discours amoureux, Editions du Seuil, Paris, 1977, trad. it. di Renzo Guidieri).
Inesprimibile amore, pp. 183-184 (ediz. 2001).

Nicoletta SPADAVECCHIA, I problemi della poesia contemporanea in Iijima Kōichi,
Il Giappone, XIX (1979), pp. 95-110.

Teresa LA ROCCA CIAPPARONI, Rapporti tra letteratura classica e moderna in Giappone,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del IV Convegno di Studi Giapponesi, Gargonza, 1980, pp. 81-88.

Ikuko SAGIYAMA, La poetica di Itō Shizuo negli anni Trenta,
Il Giappone, XX (1980), pp. 93-102.

Taisen DESHIMARU, Lo Zen passo per passo. La pratica dello Zen. Testi sacri dello Zen,
Astrolabio-Ubaldini, Roma, 1981, pp. 198.
(La pratique du Zen. Textes sacres du Zen: Hokyo Zan Mai; San Do Kai, Éditions Seghers, Paris, 1977, trad. it. di Paolo Imperio.)
pp. 89-91.

Nicoletta SPADAVECCHIA, Il problema della poesia contemporanea in Iijima Kōichi,
Il Giappone, XIX (1979) [stampato 1981], 95-110.

Thomas HOOVER, La cultura Zen,
Mondadori, Milano, 1982,
(Zen culture 1977, trad. it. di Francesco Saba Sardi.)
pp. 193-205: Zen e Haiku.

KAWASAKI Ideaki, Nicoletta SPADAVECCHIA, Poesia in una serata musicale giapponese,
Quaderni Asiatici, n. 0 (1982), pp. 25-29.

Daisetz Teitaro SUZUKI, Il risveglio dello Zen, Astrolabio-Ubaldini, Roma, 1982, pp. 123.
(The Awakening of Zen, Prajñâ Press, Boulder, Colorado, 1980.)
Il simbolismo buddista, pp. 76-81.

Ikuko SAGIYAMA, Lo Shintai-shi shō,
Il Giappone XXII (1982), pp. 31-50.

Roland BARTHES, L'impero dei segni,
Einaudi, Torino, 1984.
(L'Empire des signes, Genève, 1970, trad. it di Marco Vallora).
Sintesi di tre viaggi in Giappone (1966-68), Capitoli sullo haiku: ‘L'effrazione del senso’; ‘L'esenzione del senso’, ‘L'incidente’, ‘Tale’.

Carla VASIO, Che cos’è il haiku,
Alfabeta, n. 58 (1984).

Ikuko SAGIYAMA, La storia della poesia moderna giapponese: verso l’affermazione della lirica. I – Dallo Shintai-shi shō all’Omokage,
Il Giappone, XXV (1985), pp. 83-104.

Ikuko SAGIYAMA (a cura di), Liberazione dal limite,
in Fabio Doplicher (a cura di), Poesia della metamorfosi,
Quaderni di Stilb, Provincia di Pesaro e Urbino, 1984.

Sergej M. EJZENŠTEJN, Il montaggio,
a cura di P. Montani,
Venezia, 1986, pp. 3-18.
Si afferma che l’haiku rappresenta, in letteratura, il montaggio tipico del cinema: l’accostamento di immagini concise che, entrando in rapporto, producono un concetto astratto.

Katsuhiko TAKEDA, Teoria letteraria in Giappone e in occidente,
Spirali Edizioni, Milano, 1987, pp. 176.
Nihon Bungaku Towazugatari, 1984, trad. it. di Lydia Origlia.
Teoria di un cambiamento immutabile. Gli haiku di Bashō, pp. 89-101.

Alessandro DELL'ANNO, Lo Haiku e il pronome personale,
Bolzano, 1987

Jolanda OSTI, Le “haikai” giapponesi: brevi, grandi liriche,
Recensione di Mario Conti (a cura di), Fiori di ciliegio, Il Candelaio, Firenze, 1976.
Gazzetta di Reggio Emilia, 24 agosto 1986.

Gustavo CUTOLO, Alcune considerazioni sull’atteggiamento di Fujiwara Teika verso il mondo politico,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti XII Convegno di Studi Giapponesi, Roma, 1988, pp. 45-60. ?

Andrei TARKOVSKIJ, Scolpire il tempo,
Milano, 1988, pp. 62-63, 98-99, 105.
Posizione polemica rispetto a EJZENŠTEJN, 1986.

Ryŭnosuke AKUTAGAWA, Note sparse su Bashō, (1927).
In Bashō, Il romitaggio della dimora illusoria, a cura di Lydia Origlia. Studio Editoriale, Milano, 1992, pp. 87-93. [Passi.]

Simona VIGNALI, Il Tosa nikki: un “segno” del “testo” Heian,
Annali di Ca’ Foscari – 1991, Serie Orientale 22, pp. 269-278.

Kubota YOKO, Izumi Shikibu,
Il Giappone, XXIX (1989], [1991], pp. 5-50.
Ristampato in Yoko Kubota, Frammenti di un discorso interrotto, a cura di Adriana Boscaro, Cafoscarina, Venezia, 1993, pp. 209-256.

Yasuko ISHIWARA DE RENOCHE, Una osservazione sul concetto di aware e mono no aware,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XV Convegno di Studi Giapponesi, Sassari, 1991, pp. 99-110. ?

Giangiorgio PASQUALOTTO, Estetica del vuoto. Arte e meditazione nelle culture d'Oriente,
Marsilio, Venezia, 1992, 2° ediz. 1993, pp. 143.
Il vuoto nello haiku. pp. 107-112.

Simona VIGNALI, Il Tosa Nikki: un “segno” del “testo” Heian,
Annali di Ca’ Foscari – Serie orientale, n. 23 (1992), pp. 269-278.

Paul CLAUDEL, L’uccello nero del Sol Levante,
Il Cerchio, Rimini, 1996, pp. 149. (ediz. Originale 1965).
Excursus attraverso la poesia giapponese, pp. 62-78.

Guidotto COLLEONI, Dalla polvere mondana alla nuvola bianca: diciannove poesie in lingua cinese classica dell’ultimo Soseki,
Il Giappone, XXXIII (1993) [stampato 1996], pp. 63-94.

Luca CAPPONCELLI, La poesia giovanile di Hagiwara Sakutarō attraverso i Jōzai shihen notō,
Il Giappone XXXIV (1994).

Paola D’ANGELO, Il poeta e l’ideogramma: alcune riflessioni su una pratica poetica del XX secolo,
Il Giappone, XXXV (1995), pp. 83-108.

Bonaventura RUPERTI, La poetica della citazione della trattatistica dello waka: lo honkadori dalle origini a Teika,
Asiatica Venetiana, 1 (1996), pp. 141-160.

Francesco SOLITARIO, Il colore del verso. Note estetologiche sugli haikai di Bashō,
‘Nuova Prosa’, n. 21, Greco & Greco, Milano, 1996, pp. 7-22.

Cristina BANELLA, Masaoka Shiki e il rinnovamento dello haiku,
Asia Orientale, 13 (1997), pp. 79-96.

Cristina BANELLA, Masaoka Shiki: la pittura nella poesia,
Asia Orientale, 15 (1999), pp. 55-74.

Cristina BANELLA, Realismo e sentimento: Il makoto nello haiku di Masaoka Shiki,
Asia Orientale, 16 (2000), pp. 99-123.

Cristina BANELLA, Il Kauwara no tsuchi di Masaoka Shiki: il ruolo dell’immaginazione in una poesia realista,
Il Giappone, 43 (2003), pp. 125-140.

Cristina BANELLA, La poesia a una svolta: Masaoka Shiki (1867-1902) tra Oriente e Occidente,
Quaderni giapponesi 2 Pagine Meiji (1868-1912), a cura di Teresa Ciapparoni La Rocca,
Bulzoni Editore, Roma, 2009, pp. 143.

Maria Teresa GASPERINI, Yosano Akiko (1878-1942): le circostanze, la poesia, lÕimpegno; segue:
YOSANO Akiko, La mia idea di castitˆ (1911), [Prosa autobiografica]
Quaderni giapponesi 2 Pagine Meiji (1868-1912), a cura di Teresa Ciapparoni La Rocca,
Bulzoni Editore, Roma, 2009, pp. 263-271; 273-281.

SAGIYAMA Ikuko, Fiore, tempo, morte: un aspetto della visione della natura nella poesia giapponese,
Wada Tadahiko, Matteo Casari (a cura di), Giappone e Italia: le arti del dialogo,
I Libri di Emil, Bologna, 2010, pp. 137-153.

Bonaventura RUPERTI, Alcune considerazioni sullo honkadori nella poetica di Fujiwara no Shunzei e Fujiwara no Teika,
Asiatica Venetiana, 3 (1998), pp. 161-177.

Ikuko SAGIYAMA, Immagini del fiore di ciliegio nella poesia classica giapponese (Dal Man’yōshū al Kokinshū),
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXI Convegno di Studi sul Giappone. “Giappone. Il futuro del passato”, Roma, 17-20 settembre 1997.
AISTUGIA, Venezia, 1998, pp. 349-368.

Ebbamondo DEL POZZO, HAIKU, terzina barbara, HAIGA,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXII Convegno di Studi Giapponesi, 1998, pp. 237-266.

Bonaventura RUPERTI, Citazioni dal nell’opera di Saikaku – Dallo haikai all’ukiyozoshi,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXII Convegno di Studi sul Giappone, 1998, pp. 405-432.

Ikuko SAGIYAMA, Formazione delle immagini convenzionali della poesia classica giapponese: il concetto di sama nel kanajo (Prefazione giapponese del Kokinshū),
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXII Convegno di Studi Giapponesi, 1998, pp. 433-450.

Aldo TOLLINI, Aspetti linguistici e semantici del termine aware dal Kojiki al Kokinwakashū, Asiatica Venetiana, 3 (1998), pp. 183-200.

Michel VIEILLARD-BARON, Exemplifyng the best: Form, Function and Reception of Collections of Exemplary Poems in Medieval Japan,
Asiatica Venetiana, 3 (1998), pp. 213-220.

W. J. BOOT, Japanese Poetics and the Kokka Hachiron,
Asiatica Venetiana, 4 (1999), pp. 23-44.

Paola D’ANGELO, Prime tappe dell’introduzione dello haiku in Europa,
Rivista degli Studi Orientali, Anno LXXIII (1999), nn.1-4, pp. 267-282.

AA. VV., Secondo tempo. Libro decimo,
Fascicolo monografico dedicato a Elpidio Jenco.
Marcus Edizioni, Napoli, 2000.

Claudio BEDUSSI, Di parola e di silenzio. Scritti su haiku e Zen.
Prefazione del Maestro Zen Tetsugen di Enso-ji.
Venilia Editrice, Montemerlo (Padova), 2000, pp. 158.
Una raccolta degli scritti comparsi su una rubrica fissa Haiku e dintorni tenuta dall'autore sulla rivista ‘La Nuova Tribuna Letteraria’ nel periodo 1991-2000. Oltre ai contributi critici anche vari haiku di autori italiani inviati alla rubrica.

Tzvetana KRISTEVA, Does Fujitsubo Love Genji – or Not (some morphological aspects of classical Japanese poetics),
Asiatica Venetiana, 5 (2000), pp. 35-58.

Maria Teresa ORSI, G. G. Rowley, Akiko Yosano and The Tale of Genji,
Asiatica Venetiana, 5 (2000), pp. 221-223.

Maria Chiara MIGLIORE, La funzione della poesia nella società giapponese: la poesia in cinese,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXV Convegno di Studi Giapponesi, 2001, pp. 437-450.

Giangiorgio PASQUALOTTO, Yohaku. Forme di ascesi nell’esperienza estetica orientale,
Esedra Editrice, Padova, 2001, pp. 157.
Capitolo IX: Tempo e spazio in alcune esperienze poetiche orientali, pp. 125-147; in particolare pp. 138-144.

Bonaventura RUPERTI, La funzione della poesia nella società giapponese: lo haikai,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXV Convegno di Studi Giapponesi, 2001, pp. 521-536. ?

Ikuko SAGIYAMA, La funzione della poesia nella società giapponese: il waka,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXV Convegno di Studi Giapponesi, 2001, pp. 537-554.

Aldo TOLLINI, Testo e significato: strategie particolari di scrittura nel Man’yōshū,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXV Convegno di Studi Giapponesi, 2001, pp. 555-576.

Bonaventura RUPERTI, Rivisitazione dei classici e invenzione nell’opera di Bashō,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXIII Convegno di Studi sul Giappone. “Il Giappone verso il terzo millennio”, S. Marino, 23-25 settembre 1999.
Il Cerchio, Rimini, 2001, pp. 245-268.

John T. CARPENTER, Poetic Inscriptions on Ukiyo-e Prints,
Asiatica Venetiana, 6/7 (2001/2002), pp. 47-68.

Alain MONTANDON, Le forme brevi,
Armando, Roma, 2002, pp. 190.
(Les formes brèves, Hachette, Paris, 1992, trad. it. di E. Sibilio).
Haiku, pp. 162-167.

Bonaventura RUPERTI, La citazione del nello haikai. Da Matsunaga Teitoku a Nishiyama Sōin,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXIV Convegno di Studi sul Giappone, Savona, 21-23 settembre 2000.
Savona, 2003, pp. 365-394.

Bonaventura RUPERTI, Pratiche di riscrittura: il problema della citazione dallo haikai renga allo haikai: Arakida Moritake e i suoi Moritake senku,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVI Convegno di Studi sul Giappone, Torino, 26-28 settembre 2002.
Cartotecnica Veneziana Editrice, Venezia, 2003, pp. 401-422.

Ikuko SAGIYAMA, Pratiche di riscrittura: l’affermazione e l’evoluzione degli utamakura,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVI Convegno di Studi sul Giappone, Torino, 26-28 settembre 2002.
Cartotecnica Veneziana Editrice, Venezia, 2003, pp. 423-442.

Roberta STRIPPOLI, Il peccato della letteratura e il sogno: una lettura del Sarashina Nikki,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVI Convegno di Studi sul Giappone, Torino, 26-28 settembre 2002.
Cartotecnica Veneziana Editrice, Venezia, 2003, pp. 457-472.

Guidotto COLLEONI, “Occhi Azzurri”: figura emblematica di una poesia cinese dell’ultimo Sōseki,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVIII Convegno di Studi Giapponesi, 2004, pp. 59-72.

Luca CAPPONCELLI, La poesia moderna in Giappone. Considerazioni sull’esperienza poetica di Ishikawa Takuboku e Hagiwara Sakutarō nei primi anni del ‘900,
Orientalia Parthenopea, I (2005), pp. 101 -

Andrea RAOS, Combattimento in trentasei turni fra poesie in cinese e in giapponese di Fujiwara no Yoshitsune,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVIII Convegno di Studi Giapponesi, 2005, pp. 341-350.

Aldo TOLLINI (a cura di), La concezione poetica di Fujiwara no Teika,
Cafoscarina, Venezia, 2006.
[Si veda anche in Traduzioni di testi]

Maria Rosa PIRANIO, Haiku. Estetica e poetica,
Empirìa, Roma, 2010, pp. 101.

Edoardo GERLINI, Un ponte tra la poesia cinese e giapponese. Il kanshi di Sugawara no Michizane,
In: Giorgio Amitrano, Silvana De Maio (a cura di), Nuove prospettive di ricerca sul Giappone,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi –AISTUGIA,
Università degli Studi di Napoli, “L’Orientale”, 2012, pp. 313--327.

Chiara GHIDINI, Aware. Storia semantica di un termine nella poesia giapponese classica,
M. D'Auria Editore, Napoli, 2012, pp. 119.

Manuello PATRICK, Lirica giapponese classica e poesia greca antica: percorsi ed immagini comuni,
prefazione di Lia Raffaella Cresci.
Aracne, Roma, 2012, pp. 112

Kuki SHŪZŌ, Sul vento che scorre. Per una filosofia dello haiku,
traduzione di L. Marinucci,
Il Melangolo, Genova, 2012, pp. 82.

Daisetz T. SUZUKI, Lo Zen e la cultura giapponese,
Adelphi, Milano, 2014, pp. 396. (Ediz. originale giapponese 1938; ediz. inglese 1959, trad. it. Di Gino Scatasta).
Zen e haiku, pp. 183-222.


II. Sulla presenza e diffusione dello haiku nella cultura europea e italiana

[ANONIMO], Hai-kais germaniche,
La Fiera Letteraria, II (1926), n. 7 (19 dicembre).

Francesco GABRIELI, Ricordo di Giuseppe Rigacci,
Il Ponte, n. 2, febbraio 1948, p. 192.

Dino FIORELLI, Misticismo e poesia nella vita di Giuseppe Rigacci (1907-1947),
Prato 1953, pp. 23.

Marcello MUCCIOLI, Harukichi Shimoi (Necrologio),
Annali dell'Istituto Orientale di Napoli, n. s. 6 (1954-56), pp. 311-313.

Marcello MUCCIOLI, Un grande amico dell'Italia: Harukichi Shimoi,
Il Giappone, I (1957), nn. 1/2, pp. 38-42.

Jean PAULHAN, Scritto introduttivo, in Giuseppe UNGARETTI, Il taccuino del vecchio. Con testimonianze di amici stranieri del poeta raccolta a cura di Leone Piccioni e uno scritto introduttivo di Jean Paulhan,
Mondatori, Milano, 1960, pp. 47-49.

Luciano REBAY, Le origini della poesia di Giuseppe Ungaretti,
Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 1962.
pp. 57-63 sul rapporto tra la poesia di Ungaretti e la poesia giapponese.

[Armando MARONE], Gherardo Marone 1891-1962,
La Buona Stampa, Napoli, 1969, pp. 155.
pp. 22, 28, 93, 127-28, 139, 141.

Adele DEI, “La Diana” 1915-1917. Saggio e antologia,
Bulzoni, Roma, 1981
pp. 28-37 sul rapporto tra la poesia di Ungaretti e la poesia giapponese.

Maria Teresa MORREALE, Fuga verso un “altrove”: l’haiku in lingua tedesca,
Società grafica artigiana, Palermo, 1981? , pp. 13.
Già pubblicato in Labor, 1981, n. 3. Testo delle liriche anche in tedesco.

Atsuko RICCA SUGA, Ungaretti e la poesia giapponese, in Carlo Bo et alii (a cura di), Atti del Convegno Internazionale su Giuseppe Ungaretti,
Quattroventi, Urbino 1981, pp. 1363-1367.

Giuliano GRAMEGNA, Questi volti tra la folla: La doppia iscrizione in Pound,
in Rosella Mamoli Zorzi (a cura di), Ezra Pound a Venezia, Olsckhi, Firenze, 1985, pp. 59-65.

Bruno BASILE, D’Annunzio e la lirica orientale,
Lettere Italiane, XXV (1983), 167-188.

Flavia ARZENI, L'immagine e il segno. Il giapponismo nella cultura europea tra Ottocento e Novecento,
Il Mulino, Bologna, 1987, pp. 245.
Cap. VI. Il linguaggio dell'assenza: Rainer Maria Rilke, pp. 159-185.

Ikuko SAGIYAMA, Lo Haiku tra Oriente e Occidente,
Parapluie Speciale, Ottovolante, Arci/Nova, aprile 1989, pp. n. n. [2].

Mirko LAMI (a cura di) Elpidio Jenco e la cultura del primo novecento,
atti del convegno di studio, Viareggio, 27-28 ottobre 1989.
Pezzini Editore, Viareggio 1991, pp. 132.
Cfr. specialmente: Niva LORENZINI, Giapponeserie e giapponismo alla prova della poesia: D'Annunzio, Govoni, Saba, 13-23; Paolo LAGAZZI; L'arabesco e il vuoto: fili giapponesi nella poesia italiana contemporanea, 37-53, (già edito in ‘L'Ozio’, 5 (1990), n. 8 (gennaio-giugno), 171-201); Marcello CICCUTO, Jenco poeta del ‘mondo fluttuante’, 55-71.

Paola D’Angelo, Uno haijin di nome Paul Claudel,
Il Giappone, XXX (1990) [stampato 1992], pp. 125-175.]

Paola D'ANGELO, La via dello haiku: imitazione ed influenza della poesia giapponese in Europa all'inizio del 20° secolo,
Tesi di dottorato in scienze letterarie (letterature comparate). Relatore: Elemire Zolla.
Università degli Studi di Roma, Facoltà di Magistero, 1993.

Francesco SOLITARIO, I dimenticati: Giuseppe Rigacci,
Bollettino dell’Associazione italiana degli Studi di Estetica n. 2, Arezzo 1994.

Marica BENNATI, Sulle orme di Giuseppe Rigacci (1907-1947). Orientalista italiano traduttore di Bashō,
Tesi di Laurea discussa presso l’Università di Siena-Arezzo, a.a. 1994-95, relatore prof. ssa Grazia Marchianò.

Francesco SOLITARIO, Giuseppe Rigacci traduttore di Bashō: alla riscoperta di inediti, in AA. VV., La polifonia estetica. Specificità e raccordi, Atti del II Convegno Internazionale dell’A.I.S.E., Università di Salerno, 1-3 giugno 1995, Guerini & Associati, Milano, 1996, 315-330.

Francesco SOLITARIO, Giuseppe Rigacci: un nipponista toscano riscoperto, in Grazia Marchianò (a cura di), Umanesimi a confronto. Contributi comparativi italo-giapponesi. Atti della sezione umanistica del III Simposio Siena Kyoto (KSS), Università di Siena 4-8 luglio 1995.
Edizioni Cadmo, Fiesole (Firenze), 1996, pp. 187-203.

Naoko TAKAHASHI, Giuseppe Rigacci e la sua opera su Bashō, in Grazia Marchianò (a cura di), Umanesimi a confronto. Contributi comparativi italo-giapponesi. Atti della sezione umanistica del III Simposio Siena Kyoto (SS), Università di Siena 4-8 luglio 1995.
Edizioni Cadmo, Fiesole (Firenze), 1996, 204-208.

Mariko MURAMATSU, Il buon suddito del Mikado. D’Annunzio japonisant,
Archinto, Milano, 1996.
In particolare: D’Annunzio poeta japonisant, pp. 79-84.

Paola D’ANGELO, Il poeta e l’ideogramma. Alcune riflessioni su una pratica poetica del XX secolo,
Il Giappone, XXXV (1995) [stampato 1998], pp. 83-108.

Marisa DI RUSSO, Harukichi Shimoi, il giapponese amico di D’Annunzio,
Rassegna Dannunziana, XV (1998), n. 34, pp. XXVII-XXXII.

Francesco SOLITARIO, Giuseppe Rigacci sinologo: alla riscoperta di inediti, in AA. VV., Culture e mutamento sociale. Per Carla Bianco: studi e testimonianze,
Dipartimento di Studi storico sociali e filosofici. Università degli Studi di Siena.
Editrice Le Balze, Montepulciano (Siena), 2002, 151-160.

Stefano Maria CAPILUPI, Igor ERMACENKO (a cura di), Gli Haiku e i Tanka ironici russi. Il fenomeno postmoderno e il suo contesto nazionale,
Pagine. Quadrimestrale di poesia internazionale, XIII (2002), numero 35 (maggio-agosto), 40-42.

Arnaldo BENATTI, Commento ad un haiku,
Un Po di versi: bimestrale di lettere e cultura dell’Associazione Gruppo scrittori ferraresi, n. 14 (novembre/dicembre 2002), p. 25.

Roberto PAGAN, Haiku, uno gnomo poliglotta e contorsionista,
Pagine. Quadrimestrale di poesia internazionale, 14 (2003), n. 37 (gennaio-aprile), pp. 36-37.

Felicita Valeria MERLINO, Il giapponismo letterario in Italia. Il caso D’Annunzio,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 365-369.

* * * , I rapporti con l’Oltralpe della prima yamatologia italiana e gli esordi degli studi giapponesi in Italia,
a cura della Redazione
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 3, pp. 273.

A. SORRENTINO, Il “Ventaglio giapponese” della Contessa Lara. Giapponeserie di fine Ottocento fra mondanità e poesia,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 370-372.

L. GRANIERI, La rivista Eco della cultura e la letteratura giapponese,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 377-379.

Isabella BRUNETTI, Shimoi Harukichi e la mediazione della cultura giapponese a Napoli e in Italia,,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 380-385.

Felicita Valeria MERLINO, Il sodalizio Shimoi- D’annunzio,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 387-391.

Marisa DI RUSSO, Dal giapponismo letterario alla letteratura giapponese,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 392-403.

Adolfo TAMBURELLO, Il giapponismo e la poesia,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 408.

A. SORRENTINO, Un traduttore poeta: Elpidio Jenco,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 409.

Teresa. CIAPPARONI LA ROCCA, Giuseppe Rigacci (Prato 1907-Firenze 1947),
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 410.

Teresa CIAPPARONI LA ROCCA, Giacomo Prampolini (Milano 1898-Pisa 1975),
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 410.

Teresa CIAPPARONI LA ROCCA, Carla Vasio,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 1, Sezione 4, pp. 410.

Maria Chiara MIGLIORE, La poesia giapponese in Italia,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 6, pp. 587-589.

Nicoletta SPADAVECCHIA, Dalla poesia premoderna alla poesia contemporanea,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 6, pp. 590-592.

Adriana BOSCARO, Letteratura: l’editoria e il Giappone,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 6, pp. 603-607.

T. IANNELLO, I pionieri degli studi giapponesi in Italia,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 8, pp. 724-726.

Felicita Valeria Merlino, Gli studi letterari: indirizzi e tendenze degli ultimi trent’anni,
Italia – Giappone 450 anni, 2003, Vol. 2, Sezione 9, pp. 772-773.

Nel cielo alto’. Intervista a Paolo Lagazzi,
Pagine. Quadrimestrale di poesia internazionale, XV (2004), numero 40 (gennaio-aprile), 32-33.

Laura DIMITRIO, Postille sulla nascita del giapponismo in Italia,
Quaderni Asiatici, n. 67 (2004), settembre, pp. 27-56.

Laura DIMITRIO, Postille sulla nascita del giapponismo in Italia,
Quaderni Asiatici, n. 68 (2004), dicembre, pp. 9-52.

Hideyuki DOI, Pasolini e la poesia haikai,
Cultura Italo-Giapponese. Annali del Centro Studi e Ricerche dell’Università di Tokyo in Firenze, 1/2004, 137-161.

Hideyuki DOI, La ricezione dello haiku in Italia e i suoi problemi,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi – AISTUGIA, Atti del XXVIII Convegno di Studi sul Giappone, Firenze, 22-24 Settembre 2005.
Cartotecnica Veneziana, Venezia, pp. 409-411.

Giorgio SICA, Come perle intorno a un filo. Breve storia dell’Haiku nella poesia italiana,
Esperienze letterarie, XXX (2005), n. 1, gennaio-marzo, 113-132.

Riccardo ROSATI, Codice Giappone, ripercorrendo L’impero dei segni di Roland Barthes,
Quaderni Asiatici, n. 74 (2006), pp. 99-110.

Paolo LAGAZZI, La favola dei nostri giorni,
Gazzetta di Parma, 21 gennaio 2005.
Per la morte di Mario Riccò.

Stefania TARONI, Marco SANGIORGI, Luca TELÒ (a cura di), L’allodola del mio villaggio. Didattica della poesia e della lirica haiku,
Atti del Corso di formazione per docenti sulla dialettica della poesia e della lirica giapponese haiku, ISIS “Callegari-Olivetti” di Ravenna, 3-5 ottobre 2002.
Danilo Montanari Editore, Ravenna, 2006, pp. 211.
Comprende, tra gli altri, contributi critici di Paolo Lagazzi, Teresa Ciapparoni La Rocca, Ikuko Sagiyama, Gianni D’Elia, nonché haiku italiani di vari autori.

DOI Hideyuki, Shimoi Harukichi e due riviste napoletane,
Wada Tadahiko, Matteo Casari (a cura di), Giappone e Italia: le arti del dialogo,
I Libri di Emil, Bologna, 2010, pp. 55-60.

Rosetta MOR, Jack Kerouac, Il libro degli haiku,
La Nuova Tribuna Letteraria, 20 (2010), n. 99, pp. 8-9.

Hideyuki DOI, L’esperienza friulana di Pasolini. Cinque studi,
Franco Cesati Editore, Firenze, 2011, pp. 226.
Il volume nasce dalla tesi di dottorato in Italianistica dell’autore, presso l’Università di Bologna. Appendice: Pasolini e la poesia giapponese haikai (pp, 179-197).

Giorgio SICA, Il vuoto e la bellezza. Da Van Gogh a Rilke: come l’Occidente incontrò il Giappone ,
Il cannocchiale rovesciato n. 2.
Guida, Napoli, 2012, pp. 240.
Parte Seconda. La poesia giapponese e il rinnovamento della poesia occidentale, p. 109-224.
2. Traduzioni e tradimenti. La poesia giapponese in Italia.
2.1 I pionieri della Diana, p. 148; 2.2. Ungaretti o del grande rifiuto, p. 152;. 2.3. Allegro cantabile. Saba e Penna, p. 164.

Adolfo TAMBURELLO, L’incontro col Giappone del mondo letterario napoletano,
In: Giorgio Amitrano, Silvana De Maio (a cura di), Nuove prospettive di ricerca sul Giappone,
Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi –AISTUGIA,
Università degli Studi di Napoli, “L’Orientale”, 2012, pp. 19-37.

Loretta FRATTALI, Esotismo romantico e ‘japonism’ post-simbolista negli haiku di Josep Maria de Junay
pp. 322-345.


Echi

Gabriele D’Annunzio, cita esplicitamente la poesia giapponese e si cimenta con qualche imitazione. (Si veda ad esempio M. Muramatsu, Il buon suddito del Mikado. D’Annunzio japonisant, Archinto, Milano, 1996, registrato nei Contributi critici). Meno nota è la citazione seguente, che parte evidentemente dallo haiku del pozzo e del “vilucchio” di Chiyo-jo, nella traduzione di Mario Chini in Note di Samisen. L’autore ne fa una amplificazione e si rapporta alla scena:

Una donna esce dalla casa mattutina per attingere acqua e vede che un vilucchio prestamente nella notte s’è attorcigliato alla corda umida della secchia ed è fiorito. Rientra a casa e dice: “Il vilucchio ha preso la corda. Chi mi dà acqua?”
Io sono là in un canto, seduto sopra una stuoia, quando ella rientra. Odo il romore che fa l’orciuolo vuoto posato sul pavimento.
Poi la voce delicata della fante, ancora china nell’atto, mi rinfresca la gota come acqua attinta nell’ombra più misteriosa.
Ero anche là, presso la soglia, nella sera serena, quando la donna escì dalla casa per gettare l’acqua del secchio dove aveva lavato i panni. Se bene il secchio le pesasse, ella camminava leggera a piedi nudi nel prato, e la sua gonna non faceva fruscio ondeggiando.
In mezzo all’erba ella s’arrestò. La melodia roca degli insetti saliva dalla terra. Tutta l’erba era viva di suoni e di luccicori.
Scorsi il tallone d’uno dei piedi nudi rischiarato da un focherello notturno.
la donna restava immobile in ascolto col suo secchio sul capo.
Si volse e tornò verso la soglia, con un passo ancor più cauto e più lieve.
Rientrò nella casa. Depose il secchio non vuotato silenziosamente.
Gabriele D’Annunzio, Notturno, Terza offerta (1921), Oscar Narrativa, 1987, pp. 198-199.

Emilio CECCHI, Pesci rossi (1916-1920),
In Saggi e vagabondaggi. Dalle opere di Emilio Cecchi.
Mondadori, Milano, 1962.
Il primo brano, Pesci rossi (pp. 9-15), che dà il titolo alla raccolta, espone considerazioni e divagazione sull'arte orientale, compresa la poesia giapponese.

J. D. SALINGER, Teddy. In: Nove racconti.
Torino, Einaudi, 1962. (Ediz. origin. 1948-53).
Sono citati dal protagonista due haiku, e viene dato un giudizio sulla mancanza di sentimentalità del genere. La citazione è discussa in Katsuhiko Takeda, Teoria letteraria in Giappone e in Occidente, (si veda: “Contributi critici”).

Raymond QUENAU, Esercizi di stile,
Introduzione e traduzione di Umberto Eco.
Einaudi, Torino, 1983 (Exercices de style, Gallimard, Paris, 1947, 1969. La traduzione italiana si rifà, con qualche variante, alla seconda edizione.)
Dalla Prefazione dell’edizione italiana:
‘Entrambe le edizioni contano novantanove esercizi (il brano iniziale Notations più novantotto variazioni. Tuttavia le variazioni hanno subito, nel corso della riedizione, alcuni mutamenti. […]
Scomparso nella nuova edizione: Hai-Kai. Aggiunto: Tanka.‘

TANKA
L’autobus arrive
Il est question d’un bouton
Un zazou à chapeau monte
Un heurt il y a
Plus tard devant Saint-Lazare

TANKA
Il carro avanza
Sale con il cappello
Subito un urto
A sera a San Lazzàro
Questione di un bottone


Jorge Luis BORGES, Atlante,
con la collaborazione di María Kodama,
a cura di Domenico Porzio e Hado Lyria.
Mondadori, Milano, 1985 (edizione originale 1984).
L'ultimo testo Della salvezza con le opere (pp. 73-74), narra della decisione degli dei del Giappone di non distruggere l'umanità, anche dopo la creazione della bomba atomica, perché uno degli dei porta come testimonianza a favore la creazione di un haiku.

David BRIN, Le maree di Kithrup,
Nord, Milano, 1985 (Startide rising, 1983, traduzione di Roberta Rambelli.)
Romanzo di fantascienza. L'autore immagina che tramite modifiche genetiche esseri intelligenti possano rendere intelligenti animali dei loro pianeti. Gli uomini lo hanno fatto con le scimmie e con i delfini. Questi ultimi ora comunicano in ‘trinario’, cioè tramite haiku.

Michelangelo ANTONIONI, Tonino GUERRA, Wim WENDERS, Méditations de Michelangelo Antonioni oppure Haiku – Inverno,
Sceneggiatura di M. Antonioni, T. Guerra e W. Wenders. Un film di Michelangelo Antonioni tratto da “Quel bowling sul Tevere” di Michelangelo Antonioni.
[s. l., s .d.], c. 1994, pp. 60
La menzione “Haiku” nel titolo non sembra giustificata.

James MELVILLE, Il fuoco della volpe,
Il Giallo Mondadori n. 2177.
Milano, Mondadori, 1990.
Titolo originale: Haiku for Hanae.

Remo FACCANI, Commento a Osip MANDEL'STAM, Cinquanta poesie, Einaudi, Torino 1998.
Il curatore e traduttore a proposito della prima poesia proposta (p.3):
Un tonfo cauto e sordo - un frutto
dal ramo s'è staccato via -
tra l'incessante melodia
del bosco silenzioso, muto ...
(1908)
suggerisce una eco dell'haiku della rana di Bashō. Segnala (pp. 109-110) un articolo di Grigorij Pomeranc, Bashō e Mandel'stam, Mosca 1970, [in russo].

Maxence FERMINE, Neve,
asSaggi di narrativa Bompiani.
Rizzoli, Milano, 1999.
(Neige, Arléa, Paris, 1999, trad. it di Sergio Claudio Perrone.)
Romanzo breve, di maniera. Vi compaiono citazioni di haikuclassici e haiku scritti dal protagonista, haijin.

Jiro TANIGUCHI, Natsuo SEKIKAWA, Ai tempi di Bocchan, (12 voll.)
Voll. 3, 4: Lassù nel cielo azzurro,
trad. it di Maria Grazia Migliore.
Coconino Press, Bologna, 2002
Un manga, tradotto conservando l’impaginazione e il verso di lettura giapponesi. Il titolo si rifà al romanzo Bocchan di Natsume Sōseki. I voll. 3, 4 ripercorrono la biografia del poeta (di tanka) Takuboku Ichikawa (1886-1912).

Pier Paolo PASOLINI, Haikai dei rimorsi,
Un gruppo di sette composizioni, datate giugno 1949, rimaste inedite. Ora in: Pier Paolo Pasolini, Tutte le poesie, a cura di Walter Siti, 2 voll.
I Meridiani, Mondadori, 2003.
Il termine haikai, a loro riguardo, è abbastanza improprio. Esso compare già nella tesi di laurea di Pasolini, Antologia pascoliana, del 1945, quando viene citato il commento del Capasso (1935) alle Myricae pascoliane: Tali sono i haikai davvero positivi del Pascoli, che sarebbe a dir poco anticritico confondere con quegli altri dove, invece di una vasta unità sintetizzata in pochi tocchi, ci sono davvero dei particolari, isolati, e in quanto tali delle beautés de détail a unico tema della lirica. Si vedano i contributi sull’argomento di Hideyuki Doi, in Contributi critici.

* * *

Languore d’inverno:
nel mondo di un solo colore
il cuore del vento
Matsuo Bashō
Ventiquattro. Magazine del Sole 24 Ore, 2004.
In testa a una pubblicità a pagina intera: una donna in abito giapponizzante, con una collana di perle, e il monte Fuji sulla sfondo. Il prodotto segnalato (a destra, in basso): “Mimì.Perle dai toni naturali e pietre”.

Martin Cruz SMITH, Lupo mangia cane,
Mondadori, Milano, 2005.
(Wolves eat Dogs, Titanic Productions, 2004, trad. it. di Maria Giulia Castagnone).
“Era un piccolo stagno circondato da alberi imputriditi e privi di rami e canne. Tonfi di rane che si tuffavano in acqua.” […] (pp. 327-328).
[Il contesto è tutt’altro che sereno. La scena si svolge nelle immediate vicinanze di Chernobyl, nella zona abbandonata per l’inquinamento radioattivo. Radioattivi sono lo stagno, le rane, gli alberi.]

Elémire ZOLLA, Il conoscitore di segreti,
Una biografia intellettuale a cura di Grazia Marchianò,
Rizzoli, Milano, 2006, p. 127.
[…]
“Non ebbe dubbi: nei rimari del buon tempo antico, c’era una chiave per accedere ai territori del Grande Paesaggio. Marius Schneider che per un periodo si era dedicato allo studio delle ninnenanne iberiche, aveva compreso di trovarsi dinanzi a “una specie di Antologia Palatina o un repertorio di haiku, che comprende distici fulminei …”

Philippe FOREST, Sarinagara. Tre volte un’unica storia,
Alet, Padove, 2008, pp. 265. (Gallimard, Paris, 2004, trad. it di Gabriella Bosco)
Cap. II. Storia del poeta Kobayashi Issa (pp. 27-90).
Il titolo sarinagara (eppure) è tratta dal celebre haiku di Issa:
È di rugiada
è un mondo di rugiada
eppure, eppure

Hisaye YAMAMOTO, Diciassette sillabe,
Avagliano Editore, Roma, 2008, pp. 268; (Seventeen Syllables and Other Stories, 1988).
Il libro raccoglie tutti i racconti della scrittrice nippo-americana.Si svolgono negli USA e i protagonisti sono giapponesi emigrati inAmerica o loro figli. Il secondo racconto, del 1949 (pp. 18-35), dàil titolo alla raccolta. Narrato dal punto di vista della figlia,parla di una coppia di giapponesi in cui la madre si (ri)appassiona agli haiku e ne compone e vince un premio, ma urta contro la totale incomprensione del coniuge.

Adriana LISBOA, Rakushisha,
Angelica Editore, Tissi (Sassari), 2010, pp. 133.
Rakushisha (“Padiglione dei kaki caduti”) è il nome della capanna di Mukai Kyorai, ancora esistente a Saga, vicino a Kyoto, dove Bashō si recò nel 1691. Il romanzo parla di un viaggio in Giappone di un giapponese nato in Brasile e di una brasiliana e ripercorre tra l’altro episodi e haiku (traslitterati e tradotti) del Viaggio a Saga di Bashō. In tre occasioni si cita la “rana nel pozzo” e non è chiaro se la variazione sia dell’autrice o della traduttrice.


Indice dei nomi

Autori giapponesi

Ryŭnosuke AKUTAGAWA
Matsuo BASHŌ
BONCHŌ
BUSON
Nakahara CHÛYA
FUJIWARA NO KINTO
FUJIWARA no TEIKA
Sakutarō HAGIWARA
HITOMARO
Kōichi IIJIMA,
Sōjun IKKYŪ
Kobayashi ISSA
IZUMI SHIKIBU
KAMO NO CHŌMEI
Yasunari KAWABATA
KŌBŌ DAISI,
Yoshimasu GŌZŌ
Makiko KASUGA
Ono no KOMACHI,
Matsuo KUNI
Momoko KURODA,
Tokihiko KUSAMA
Makuo KYORAI
Shimpei KUSANO
Suikei MAETA
Yasuko MATSUMOTO
Tachihara MICHIZŌ
Yukio MISHIMA

MURASAKI SHIKIBU
Ban’ya NATSUISHI
Junzaburo NISHIWAKI
Yone NOGUCHI
Michiko NOIJIRI
OTOMO
Daigū RYŌKAN
SAIGYŌ
SAIONZI KITUNE
Nobutsuna SASAKI
SENGAI
Yamaguchi SEISHI
SHIBATA Toyo
Masaoka SHIKI
SEI SHŌNAGON
Araki TADAO
Kikuo TAKANO
TANIKAWA Shuntarō
TAMURA Satoko
MEIJI TENNŌ
Bansui TSUCHII (RINKICHI)
Ki no TSURAYUKI
Sono UCHIDA
Masaru WATANABE.
YAKAMOCHI
Kubota YOKO
Akiko YOSANO
Tekkan YOSANO
Jsamu YOSHII


Curatori, traduttori, critici

Francesa ACANFORA
Ettore ALLODOLI
Laura AMOROSO
Tadao ARAKI
Pacifico ARCANGELI
Leonardo Vittorio ARENA
Vittoria ARENA GIACOBBE
Flavia ARZENI
Giacinto AURITI
Bartolomeo BALBI
Cristina BANELLA
Cesare BARIOLI
Bruno BASILE
Roland BARTHES
Claudio BEDUSSI
Angelo BELLETTATO
Paolo BELLEZZA.
Arnaldo BENATTI
Marica BENNATI
Rosaria BEVIGLIA,
Roberta BOGLIONE
W. J. BOOT
Isabella BRUNETTI
Stefano Maria CAPILUPI
Luca CAPPONCELLI
M. CARBONAI
John T. CARPENTER
Ugo CARREGA
Alberto CASTELLANI
Emilio CECCHI
Cristiana CECI
Pierangelo CESARETTI
Angelica CHIARA GALLO
Toshiro CHIBA
Mario CHINI
Teresa CIAPPARONI LA ROCCA
Simonetta CEGLIA
Marcello CICCUTO
Alamaro CITOMI
Ornella CIVARDI
Paul CLAUDEL
Guidotto COLLEONI
Mario CONTI
Cyd CORMAN
P. CORRADINI
Ettore CORÒ
Paul COURGET
Gustavo CUTOLO
Cristina DALLA COSTA
Elena DAL PRA
Andrea DAMIANO
Giuseppe D’AMBROSIO ANGELILLO
Paola D'ANGELO
Sandro DANIELI
Gabriele D’ANNUNZIO
M. DATINI jr.,
Alessandro DELL'ANNO
Ebbamondo DEL POZZO
W. DE LUJAN [PSEUDONIMO DI F. H. W. CASTELLAN OCD]
Silvana DE MAIO
R. DE MARIA
Taisen DESHIMARU
Laura DIMITRIO
Marisa DI RUSSO
Hideyuki DOI
Aurora DUPRÈ
Igor ERMAC ENKO
Sergej M. EJZENŠTEJN
Remo FACCANI
Doriano FASOLI
Dino FIORELLI
Lionello FIUMI
Loretta FRATTALI
Yagyu FUJIO.
Vera D’ANGARA
Francesco GABRIELI
Maria Cristina GASPERINI
Giulio GATTINONI
Judith GAUTIER
Edoardo GERLINI
Chiara GHIDINI
Massimo GIANNOTTA
L. GRANIERI
Franca GRILLI
Mario GROMO
Lafcadio HEARN
Thomas HOOVER
Christmas HUMPHREYS
T. IANNELLO
Irene IAROCCI
Michele IBBA
Yasuko ISHIWARA
DE RENOCHE
Elpidio JENCO
Alejandro JODOROWSKI
KANTARO Nishida
KÂTO Shûiki
KAWASAKI Ideaki
Donald KEENE
KEMAIKE Susumu
Yasuda KENNETH
Tzvetana KRISTEVA,
KUSAMA Tokihiko
Paolo LAGAZZI
David G. LANOUE
Mirko LAMI
Niva LORENZINI
Federico MADARO
Leo MAGNINO
Giuliano MANACORDA
Rosario MANISERA
Dacia MARAINI

Franco MARANO
Grazia MARCHIANÒ
Mario MAREGA
Mariko MARIMOTO
Armando MARONE
Gherardo MARONE
Mika MARUTA
Tullo MASSARANI
Giangabriele MAZZUCCO
Yasuko MATSUMOTO
Andrea MAURIZI
Filippo MAZZETTI .
Marco MAZZI
Salvatore MERGÉ
Felicita Valeria MERLINO
Maria Chiara MIGLIORE
Atsuko MIZUGUCHI FOLCHI VICI
Alain MONTANDON
Rosetta MOR
Marina MORBIDUCCI
Franco B. MORETTI
Maria Teresa MORREALE
Giuseppe MORICHINI
Marcello MUCCIOLI
Mariko MURAMATSU
Fuminori NAKAZAWA
Carolina NEGRI
Kantaro NISHIDA
Michiko NOJIRI
Carlo ONORATO
Lydia ORIGLIA
Maria Teresa ORSI
Jolanda OSTI
Paolo PAGLI
Laura PAGLINO
Giangiorgio PASQUALOTTO
Guglielmo PASSIGLI
Manuello PATRICK
Jean PAULHAN
Luciano PETECH
Jacqueline PIGEOT
Maria Rosa PIRANIO
Peter Oriv NORTON
Angelo Maria PIZZAGALLI
Elena POZZI
Giacomo PRAMPOLINI
Raymond QUENAU
Mary de RACHEWILTZ
Andrea RAOS
Jgor RAVEL (Alberto
CASIRAGHI)
Domenica REGAZZONI
Atsuko RICCA SUGA
Giuseppe RICCA SUGA
Mario RICCÒ
Giuseppe RIGACCI
Pietro Silvio RIVETTA
(TODDI)
Gabriella ROVAGNATI
Anna Maria ROSSI
SALVAGNINI
Bonaventura RUPERTI
Francesco SABATINI
SACHIYO KAMADA
Ikuko SAGIYAMA
Mario SCALISE
Guglielmo SCALISE
Natsuo SEKIKAWA
Antelmo SEVERINI
Haruchiki SHIMOI
Kuki SHŪZŌ
Giorgio SICA
Virginia SICA
Vincenzo SINISCALCHI
Luigi SOLETTA
Francesco SOLITARIO
A. SORRENTINO
Massimo SOUMARÉ
Massimo SPIRITINI
Irene STARACE
Lucien STRYCK
Akira SUEKUNI
Yotaro SUGIMURA
Daisetz Teitaro SUZUKI
Araki TADAO
Ikemoto TAKASCHI
Naoko TAKAHASHI
Katsuhiko TAKEDA
Adolfo TAMBURELLO
Jiro TANIGUCHI
Andrei TARKOVSKIJ
Mario TETI
TODDI (vedi Pietro Silvio RIVETTA)
Aldo TOLLINI
Jean-Jacques TSCHUDIN
Giuseppe TUCCI
Carla VASIO
Elisabetta VERNIER
Michel VIEILLARD-BARON
Simona VIGNALI
Masaru WATANABE
Alan W. WATTS
Gōzō YOSHIMASU
Miura YUMIE
Pierantonio ZANOTTI
Andrea ZANZOTTO,
Adriana ZIEFFER GALLO
Elemire ZOLLA

Compositori musicali

Mario BONSEGNA
Cardenio BOTTI
Franco CASAVOLA
Piero CAMPORA
Adelmo DAMERINI
Irlando DANIELI
Vincenzo DAVICO
Ettore DESDERI

Mauro DISCOVOLO
Luca MOSCA
Giacomo OREFICE
Dario ROSSI
Francesco SANTOLIQUIDO
Gaspare SCUDERI
Cecilia SEGHIZZI CAMPOLIETI
Roman VLAD


Torna indietro